Carabinieri

Ispica, minaccia di farsi esplodere con bombola di gas

In piazza Unità

I carabinieri della Stazione di Ispica hanno arrestato in flagranza di reato un giovane marocchino per lesioni personali aggravate e porto abusivo di materiale esplodente. L'uomo ha minacciato di farsi esplodere con una bombola di gas.

Il giovane extracomunitario, domenica sera, in Piazza Unità d’Italia, dapprima aggrediva per futili motivi un pozzallese cagionandogli un taglio all’avambraccio sinistro utilizzando parte di un bicchiere in vetro, successivamente ritornava in quella Piazza, gremita di persone, con una bombola di gas ed un accendino minacciando di farsi saltare in aria. I carabinieri, tempestivamente intervenuti, riuscivano bloccare il giovane marocchino ed a mettere in sicurezza la bombola di gas. Presso il Comando Stazione i militari dichiaravano in stato di arresto il giovane che è stato associato alla casa circondariale di Ragusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria Iblea.

L’uomo aggredito è stato giudicato guaribile in gg. 10 s.c. Grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri nessuna delle numerose persone che in quel momento si trovavano nella Piazza ha riportato lesioni.