Sociale

Abbracci il 19 marzo al carcere di Caltagirone

Un'iniziativa per sviluppare la dimensione affettiva

Si chiama "Abbracci" l'evento organizzato lunedì 19 Marzo dalle ore 9.00 in occasione della festa del papà, alla casa Circondariale di Caltagirone dal C.P.I.A. CT1 sotto la direzione artistica di Laura Galvagno e Vincenzo Randazzo, e presentato da Franco Papale e Marinella Arcidiacono.

L’iniziativa ha come obiettivo lo sviluppo della dimensione affettiva, educare gli studenti ad esprimere positivamente emozioni e sentimenti, favorire scambi di idee e confronti esercitando la fantasia e la creatività allo scopo di favorire percorsi di aggregazione e integrazione. Una sorta di “patto formativo” con il quale gli studenti si impegnano formalmente nei confronti dei propri figli e della propria famiglia in un percorso di recupero e reinserimento. L’evento è anche l’occasione per far toccare con mano i progressi fin qui ottenuti dagli alunni in termini di conoscenze e competenze.

Lo spettacolo si avvale della collaborazione tra il C.P.I.A. CT1 diretto dalla prof.ssa Antonietta Panarello in rete con il Ministero della Giustizia nella persona del Direttore dott. Giuseppe Russo e della responsabile dell’area trattamentale dott.ssa Marta Pepe, l’associazione la casa delle muse e del suo vicepresidente avv. Vincenzo Randazzo, il liceo artistico per il design della ceramica di Caltagirone, l’IIS “Cucuzza Euclide” di Caltagirone sezione professionale statale servizi alberghieri e ristorazione di Caltagirone, l’Istituto professionale statale servizi agricoltura e rurali di Caltagirone. (Foto repertorio)