Guardia di Finanza

Marina di Ragusa, sequestrati 4 videopoker: sanzioni per 200 mila euro

In un bar

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ragusa, in stretta sinergia con gli operatori dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno sottoposto a sequestro 4 videopoker installati in un bar di Marina di Ragusa.

In particolare, i finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Ragusa, al momento dell’accesso presso i locali dell’attività commerciale, hanno rinvenuto, ben nascoste e lontane da sguardi indiscreti, 4 “slot machines” non collegate alla rete telematica dell’Amministrazione Finanziaria, per evitare il prescritto monitoraggio reale delle giocate effettuate. Al titolare del bar e al proprietario dei “videopoker”, sono state contestate sanzioni penali e amministrative per oltre 200 mila euro che saranno irrogate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Le operazioni di vigilanza e contrasto al gioco illegale permettono di tutelare: la riscossione delle relative entrate statali che derivano dall’applicazione del previsto prelievo erariale unico (c.d. “PREU”), oltre che delle altre imposte connesse ai ricavi conseguiti dall’esercente; la concorrenza e la competitività del mercato; i consumatori ed in particolare i giocatori in minore età, dal momento che l’esercizio controllato era ubicato a poca distanza da alcune scuole. L’attività svolta dalle Fiamme Gialle iblee conferma la funzione “sociale” del Corpo, diretta più in generale alla tutela dei contribuenti onesti, ma anche a ridurre pericolosi fenomeni come la ludopatia, spesso favorita da certi apparecchi illegali comunemente indicati come “mangiasoldi”.