8 marzo

Le iniziative dell'Asp di Ragusa per l'8 marzo

Disponibili numerose attività di prevenzione

In occasione della Giornata della Donna l’Azienda Sanitaria di Ragusa ha organizzato a partire dal 5 e fino all’8 marzo una serie di attività sanitarie rivolte alla tutela della salute della donna con prestazioni di prevenzione.

«I Responsabili delle UU.OO. ospedaliere e del territorio hanno raccolto con entusiasmo l’invito della Direzione Strategica a organizzare, in aggiunta alle normali attività, altre prestazioni per celebrare l’importante Giornata – ha dichiarato il Commissario, dr. Salvatore Lucio Ficarra. Le iniziative dell’8 marzo rientrano nello spirito che caratterizza l’Asp quello appunto di fare prevenzione. Sono numerosi gli ambulatori e i Consultori che si sono organizzati: dalle visite ginecologiche, ai pap-test, passando anche ai controlli senologici, per l’osteoporosi e anche visite per valutare la presenza di prolassi della vescica e screening per il diabete e l’obesità. Ed ancora visite dermatologiche per la prevenzione dei melanoma e dei tumori della pelle.

L’Asp ha anche messo a punto una brochure informativa che verrà consegnata, proprio nella Giornata dell’8 marzo, nei Pronto Soccorso degli ospedali, che contiene informazioni utili per chi è vittima di violenza, non solo donne e rivolta a tutte quelle persone che si trovano in una condizione di vulnerabilità, fragilità e debolezza e i cui segni di violenza non sempre risultano evidenti. Tra le iniziative anche due giornate formative su “Codice Rosa” – “Violenza fisica e sessuale nei giorni 6 e 7 marzo presso la sala SIMT di Ragusa.

Padre Giorgio Occhipinti, Direttore dell’Ufficio della Pastorale della Salute, sempre giorno 8 si recherà nei reparti dei due presidi ospedalieri di Ragusa per benedire le donne ammalate e il personale ospedaliero, offrendo all’ingresso dei presidi ospedalieri: mimose, il fiore simbolo della Giornata, realizzate con palloncini da alcuni Volontari. Il programma delle attività sanitarie dettagliato è pubblicato sul sito dell’Asp.