Benessere

Colon, scoperta la Beta Catenina: proteina contro tumore

Lo studio dell'Università del Salento

Beta catenina. E’ il nome della proteina legata all'insorgenza del cancro al colon retto e che presto potrebbe divenire "bersaglio" di terapie di precisione. La scoperta è stata fatta da un gruppo di ricercatori dell’Università del Salento.

Il progetto di ricerca è stato finanziato dall’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc). I ricercatori hanno constatato che la proteina beta catenina nel caso di un tumore al colon mostra un’espressione esagerata nelle cellule tumorali. Malgrado il ruolo chiave che la molecola riveste nelle fasi precoci d'insorgenza di questo tumore, farmaci intelligenti diretti contro di essa hanno finora mostrato una limitata efficacia terapeutica, riuscendo a bloccare la proliferazione ma non la sopravvivenza delle cellule cancerose. Il gruppo di ricerca guidato da Malù Coluccia ha scoperto che, nel momento in cui si riesce a inattivare prolungatamente la proteina beta-catenina, le cellule cancerose attivano una risposta metabolica adattativa.

Detto in altri termini, per poter sopravvivere le cellule cominciano a divorare loro stesse. Si tratta di un fenomeno noto come autofagia. Tuttavia ciò si verifica in dipendenza di un altro fattore, ovvero è necessario tenere sotto controllo l'espressione di un'altra proteina denominata Nherf1. Nello specifico questa proteina sarebbe responsabile dell'attivazione oncogena della beta-catenina. Pertanto i ricercatori salentini, in collaborazione con il Dipartimento di chimica e tecnologie del farmaco dell'Università la Sapienza di Roma, sono riusciti a realizzare un nuovo inibitore di Nherf1, utilizzato in combinazione con un antagonista della beta-Catenina. Vi è da rimarcare che il farmaco messo a punto dai ricercatori è molto selettivo, ovvero ha come bersaglio solo le cellule tumorali pertanto non ha effetti significativi su quelle sane.

I risultati di questa ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Oncogene, una rivista che appartiene al gruppo Nature. Il tumore al colon (o cancro al colon o tumore del colon-retto) è, nel 95-97% dei casi, un adenocarcinoma, ossia un tumore maligno che trae origine dalle cellule epiteliali della mucosa intestinale. Ma vediamo quali sono i sintomi dell'adenocarcinoma del colon, la più diffusa tipologia di tumore al colon. I sintomi del tumore al colon sono numerosi e aspecifici, compaiono generalmente dopo qualche tempo dall'insorgenza della malattia e variano in base alla localizzazione della massa tumorale. In altre parole, il cancro al colon si presenta, dopo una prima fase asintomatica, con un quadro sintomatologico ampio, poco specifico e dipendente dalla sua localizzazione lungo l'intestino crasso.

I sintomi in generale sono: cambiamento delle abitudini intestinali (es: alternanza diarrea-stipsi, variazioni nella consistenza delle feci ecc.); sanguinamento rettale; sangue nelle feci; dolore addominale; crampi addominali; gonfiore addominale; sensazione di incompleto svuotamento dell'intestino, dopo la defecazione; anemia; debolezza e facilità all'affaticamento; perdita di peso senza motivo; dispnea.