Meteo

Neve e gelo atteso a Roma: scuole chiuse

Freddo in molte regioni italiane

L’anticiclone siberiano è arrivato in Italia portando neve e gelo in molte regioni così come era stato annunciato dai metereologi nei giorni scorsi. In molte regione è stata predisposta la chiusura delle scuole per oggi, 26 febbraio.

In particolare nelle Marche e nel Lazio. A Roma in previsione dell'allerta neve è stata firmata l'ordinanza sindacale che dispone la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido, sul territorio della capitale, come si legge in una nota del Campidoglio. La scelta di tenere domani a Roma le "scuole chiuse è per il rischio ghiaccio", si precisa dal Campidoglio dove sottolineano anche che la decisione del Comune non riguarda le università su cui l'amministrazione non ha competenza. Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede da stanotte nevicate al di sopra dei 300-500 metri, con locali sconfinamenti fino a quote di pianura, sulla Campania e sulla Puglia, e poi in estensione a Basilicata e Calabria.

Da domani pomeriggio si prevedono il persistere di nevicate fino a quote di pianura, sull'Abruzzo e sul Molise, con apporti al suolo da deboli a moderati e, dalla tarda mattinata, venti settentrionali da forti a burrasca sulla Sicilia e sulla Calabria, con possibili mareggiate lungo le coste esposte. Per domani è stata valutata allerta gialla sull'Emilia Romagna, sull'Abruzzo e sul Molise. Permane inoltre l'allerta gialla per rischio idrogeologico localizzato sul Veneto, bacino dell'Alto Piave, a causa della frana della Busa del Cristo, nel Comune di Perarolo di Cadore (Belluno), sulla quale è in corso un continuo e attento monitoraggio.