Tecnologia

Algoritmo di Google guarda occhi e previene malattie cardiache

LO studio su Nature Biomedical Engineering

Google usa l’intelligenza artificiale per prevenire le malattie cardiache. E lo fa con un algoritmo che analizza l’occhio.

I medici grazie ad una macchina fotografica e un microscopio possono raccogliere dati come la pressione sanguigna, l'età e se il soggetto è un fumatore abituale, poi entra in azione il software. In base alle informazioni raccolte sviluppa una previsione sul fattore di rischio cardiaco maggiore, come l'infarto. Per il momento, l'algoritmo è riuscito ad elaborare ed apprendere un insieme di dati medici da un campione di 300.000 pazienti e di rilevare il paziente malato nel 70% dei casi. Lo studio è stato portato avanti dagli scienziati di Google e Verily, la divisione medica di Alphabet, cioè la holding che ingloba anche l'azienda di Mountain View.

Un articolo che descrive la ricerca è stato pubblicato sulla rivista Nature Biomedical Engineering.