Elezioni

Ragusa, Centro Destra tra fughe e alleanze

Forza Italia annuncia un proprio candidato

Due finora le candidature a sindaco di Ragusa nello schieramento di centro-destra, quella di Sonia Migliore (laboratorio 2.0) e quella di Maurizio Tumino (movimento Insieme).

Ma ora interviene ufficialmente Forza Italia a mettere dei paletti alla cosiddette ‘fughe in avanti’ e a dichiararsi “contro ogni scollamento e favorevoli ad un percorso comune, condiviso e condivisibile, così come ci siamo detti attorno allo stesso tavolo e come ribadiamo anche in questa occasione”. E l’invito viene dai massini livelli rappresentativi del partito, ovvero il senatore Giovanni Mauro, il deputato nazionale Nino Minardo e quello regionale Orazio Ragusa. I quali testualmente affermano “dannose le fughe in avanti. Serve un progetto partecipato per la città. Non “predestinati” o “primi della classe”.

E di seguito spiegano “le fughe in avanti - soprattutto quelle che seguono riunioni dove si stabiliscono azioni comuni e strategia condivise - servono a nulla. Servono solo a determinare scollamenti che nuocciono non solo all’unità di chi vuole davvero essere alternativo ad un pessimo governo cittadino ma soprattutto alla città che si intende rappresentare: Ragusa”, per poi ribadire “ecco perché, come Forza Italia, siamo e continuiamo ad essere contro ogni scollamento e, invece, favorevoli ad un percorso comune, condiviso e condivisibile, così come ci siamo detti attorno allo stesso tavolo e come ribadiamo anche in questa occasione.

In questo senso, è apprezzabile ed assolutamente encomiabile, il lavoro svolto dai nostri rappresentanti al ‘tavolo’, Barone, Cappuzzello e Mallia che hanno lavorato e continuano a lavorare ad un progetto partecipato che abbia l’unico fine di stilare un programma per migliorare Ragusa con uomini capaci di farlo, senza prevaricare e senza indulgere in egoismi e protagonismi. Noi abbiamo già la nostra proposta per la ‘corsa’ a sindaco di Ragusa, il nostro nome, credibile ed autorevole. Ed abbiamo le idee ben chiare su cosa fare, su come farlo e con chi rappresentato a farlo per il bene di Ragusa”. Riguardo al nome di Forza Italia per la carica a sindaco circola insistentemente quello di Salvo Mallia anche se finora non ufficializzato.

Ma torniamo alla nota di Mauro, Minardo e Ragusa che proseguono “senza quelle fughe in avanti che non hanno senso e non danno il senso compiuto all’unità di dialogo che, invece, è l’elemento sostanziale per dare credibilità al progetto che allontani Ragusa dalle rovine pentastellate e la riporti ai livelli di credibilità, persi in questi cinque anni. Ma, per fare questo, non serve ergersi a ‘primi della classe’ e ci vuole, invece, unità di intenti e di ragionamento. Di ‘predestinati’, Ragusa non ha bisogno. Ha bisogno, invece, di persone che hanno credibilità, che conoscano la città, che condividono un vero progetto alternativo e che siano seri e coerenti con quanto ci diciamo attorno allo stesso tavolo e con ciò che ci siamo detti di fare. Lo ribadiamo, senza remore e con la consapevolezza che la Ragusa ‘nuova’ la si costruisce stando assieme e condividendo…non fuggendo”.

Dunque una ‘lezioncina’ che sembrerebbe diretta alla Migliore e a Tumino. Anche se, nel frattempo, proprio la Migliore incassa un altro punto a suo favore. Infatti, direttamente da Palermo, “il Coordinamento Nazionale dell’Unione dei Siciliani, movimento presieduto da Gaetano Armao, ha approvato e condiviso all’unanimità l’intesa con il movimento Lab 2.0 proposta dal Comitato provinciale dell’Unione dei Siciliani di Ragusa”. Ricordato doverosamente che Armao ricopre la carica di vicegovernatore siciliano, nella nota della sua formazione politica si legge ancora “l’Unione dei Siciliani concorda con Lab 2.0 anche sull’opportunità di proporre alla coalizione di centrodestra la candidatura a sindaco di Ragusa di Sonia Migliore che ha svolto in questi anni un ruolo di guida dell’opposizione in Consiglio Comunale, ritenendola indiscutibilmente uno dei nomi più spendibili tra quelli proposti”.

Infatti “dal confronto tra i due movimenti è apparsa da subito evidente la sintonia tra la proposta civica (ma vicina alla coalizione di centrodestra) di Lab 2.0 e quella dell’Unione dei Siciliani che intende rappresentare la lista civica della Sicilia e che alle elezioni politiche esprimerà il suo voto per Forza Italia”. Infine l’Unione dei Siciliani annuncia che “il Coordinamento Nazionale invita inoltre il proprio Comitato provinciale a lavorare fin da subito alla presentazione di una lista dell’Unione dei Siciliani alle elezioni comunali della città di Ragusa”. (da.di.)