Benessere

Dieta dimagrante per bruciare più calorie

Dura tre giorni

La dieta dimagrante per bruciare più calorie dura tre giorni e può far dimagrire di circa un chilo.

Ecco cosa si mangia. Primo giorno: colazione con 50 grammi di ricotta, 100 grammi di mirtilli e 4 mandorle. Spuntino: 125 grammi di yogurt intero naturale con 2 cucchiaini di miele di eucalipto. Pranzo: insalata verde mista condita con salsa di soia e olio di oliva extravergine, 80 grammi di spaghetti integrali con pomodoro crudo e basilico e 50 grammi di carpaccio di pesce spada. Merenda: 4 fette di papaya. Cena: insalata di rucola, pomodorini e 30 grammi di scaglie di grana, 70 grammi di pane integrale e 4 alici crude al limone.

Secondo giorno: colazione con un kiwi, una fetta di pane integrale con 2 cucchiaini di marmellata di limone e pane integrale. Spuntino: un mango. Pranzo: insalata verde con cetrioli e 4 cucchiai di ceci lessati, 80 grammi di riso cotto al vapore e saltato con 2 cucchiaini di olio di oliva extravergine e un cucchiaino di curry. Merenda: un kiwi. Cena: insalata di radicchio rosso condita con aceto di mele, 50 grammi di bresaola e 70 grammi di pane integrale. Prima di andare a letto un supersucco fatto con mezzo bicchiere di succo di lamponi miscelato a mezzo bicchiere di succo di ananas con 2 capsule di tè di Giava (si aprono le capsule facendo cadere il contenuto nei succhi miscelati).

Terzo giorno: colazione con un bicchiere di latte di mandorle, 4 biscotti secchi con avena e 3 noci. Spuntino: una banana. Pranzo: 80 grammi di riso lessato con pomodoro, un’insalata mista con mais e avocado con aceto di mele. Merenda: 4 fette di ananas fresco. Cena: 50 grammi di carpaccio di tonno, 70 grammi di pane integrale e un’insalata mista condita con salsa di soia. Prima di andare a letto un succo di carote antiossidante. Come facciamo sempre in tutte le diete pubblicate sul nostro sito raccomandiamo di consultare il proprio medico di famiglia o uno specialista prima di cominciare qualsiasi tipo di regime alimentare dietetico.

Questa dieta non è adatta a chi soffre di diabete, altre patologie e alle donne in gravidanza.