Solidarietà

Ragusa, nuoto solidale per Il Piccolo Principe

Domenica alla piscina comunale

Sport e solidarietà per la manifestazione ‘nuoto solidale’ che si terrà domenica prossima, a partire dalle 8,30, presso la piscina comunale di Ragusa.

Il ricavato dell’evento, che vedrà la partecipazione di tutte le scuole di nuoto cittadine e della provincia, sarà devoluto in beneficienza all’associazione Piccolo Principe onlus. La manifestazione è organizzata dal Comitato provinciale A.C.S.I. Ragusa e dall’associazione di volontariato “Piccolo Principe” onlus, in collaborazione con il Comune di Ragusa. Ed è proprio il vicesindaco Massimo Iannucci a sintetizzare lo scopo della manifestazione “un appuntamento importante per tutti gli sportivi che praticano il nuoto. Tanti saranno i ragazzi e le famiglie che verranno nella nostra città, anche da fuori provincia, per vivere una giornata all’insegna dello sport e della solidarietà, binomio imprescindibile per una incisiva funzione educativa”.

L’associazione di volontariato onlus ‘Il piccolo principe’ (il riferimento è al famosissimo romanzo di Antoine di Saint-Exupéry) è nata nel 2003, si occupa di bambini con disabilità, e dal 2006 gode dei proventi del 5x1000. E proprio con queste somme, sapientemente accantonate nel corso degli anni, mentre i genitori dei piccoli assistiti si sono fatti carico in prima persona delle spese di affitto, di trasporto, di stipendi per gli operatori specializzati e quant’altro, autotassandosi con quote periodiche, è stato realizzato “il miracolo” del Piccolo Principe, ovvero l’acquisto della nuova sede nei locali di via Ducezio 31, inaugurata lo scorso ottobre.

“Una struttura - ricorda la presidente Melania Firrito all’unisono con il direttivo - regolarmente accreditata presso la Regione Sicilia, in cui tutto è stato sapientemente studiato (grazie anche alla collaborazione di un neuropsichiatra infantile) per l’accoglienza e per il benessere dei bambini cui è destinata, dai colori delle pareti, agli arredi per i piccoli assistiti in base alle varie fasce d’età, agli spazi per uffici di segreteria e di coordinamento. (da.di.)