Arte

Arte relazionale in mostra a Catania

Un originale progetto ideato da Giuseppe Mendolia Calella

Per due settimane le pareti della Galleria K?Art Unconventional Place di Catania, ospiteranno un progetto d’arte relazionale che indaga i meccanismi del mercato dell’arte contemporanea ideato da Giuseppe Mendolia Calella.

Sabato 03 marzo alle ore 19.00 sarà, infatti, inaugurata negli spazi di via San Michele, 28 la mostra “Bla(n/c)k a cura di Valentina Lucia Barbagallo. ‘Bla(n/c)k' - sincrasi tra virgolette e parentesi tonde dei lemmi ‘blank' e ‘black' - gioca con le parole e l’ortografia per svelare vari livelli semantici legati all’idea dello spazio espositivo e dell’opera d’arte, che il progetto di Giuseppe Mendolia Calella intende rivelare al pubblico, rendendolo parte integrante e attiva della mostra. Vuoto e pieno, bianco e nero, sono coppie dicotomiche che l’artista crea e sovrappone con l’intento di far cadere l’attenzione del pubblico sul nero dei disegni a carboncino, inchiostro e acrilico che ricoprono le pareti della galleria, un tempo, vuote, bianche. Ogni disegno potrà essere prelevato dalla parete, dietro il pagamento di una cifra simbolica di 10 euro.

Il pubblico così, non soltanto acquisterà l’opera e la sua autentica, divenendone proprietario e collezionista, ma il suo gesto (l’acquisto cui segue la sottrazione del disegno dalla parete) è parte integrante dell’opera che si creerà in galleria. Un’opera privata, quella scelta e acquistata; un’opera collettiva quella che di minuto in minuto, di ora in ora, si creerà in galleria.