Sanità

Stabilizzazione precari, sindacati diffidato Asp Agrigento

Usae e Nursing lamentano la mancata stabilizzazione dei precari

La Federazione Sindacati Indipendenti costituente della confederazione Usae Unione Sindacati Autonomi Europei e del Nursind diffida l'Asp di Agrigento a trasformare a tempo indeterminato i contratti del personale precario.

La diffida è indirizzata al commissario Gervasio Venuti, al direttore sanitario Silvio Lo Bosco e al direttore amministrativo Paolo Tronca. Nella nota, Salvatore Ballacchino, segretario territoriale della Fsi-Usae e Salvatore Terrana segretario territoriale del Nursind, chiedono all’amministrazione di emanare al più presto la delibera per dare il via al processo di stabilizzazione e dare finalmente delle certezze sul futuro di tanti lavoratori che da anni aspettano la regolamentazione della propria posizione lavorativa. Inoltre i due sindacati chiedono per sopperire a quelle situazioni critiche che mettono a serio rischio l’offerta sanitaria nel territorio, di completare l’iter delle chiamate in servizio per il personale infermieristico che si è piazzato nelle posizioni utili della mobilità regionale, chiamate che sono state inspiegabilmente stoppate.

I sindacalisti Ballacchino e Terrana concludono la nota chiedendo all’amministrazione che venga applicato al più presto al personale giunto in comando, il Dlgs. 30/03/2001 n. 165 art. 30 comma 2 bis, che prevede il passaggio diretto di personale tra amministrazioni diverse, già applicato in precedenza dall’Asp di Agrigento.