Carnevale

Ad Acireale il più bel Carnevale di Sicilia

Sei i carri in gara quest'anno

Quando i carri allegorici escono per la prima volta dai cantieri della Cittadella del Carnevale per sfilare tra le vie del centro di Acireale, l’immenso stupore che sorprende gli sguardi del pubblico ripaga la lunga fatica dei maestri artigiani, protagonisti insieme alle loro opere di cartapesta, della storica tradizione.

È proprio questo stupore a rendere quello di Acireale «il Più Bel Carnevale di Sicilia». L’edizione 2018 del Carnevale di Acireale è ufficialmente iniziata: sabato il sindaco Roberto Barbagallo ha consegnato a Re Burlone le chiavi della città, e così il corteo della Regina del Carnevale ha popolato festosamente Piazza Duomo e il centro storico, sulle note di “The Big Friends Guggen Band” e di altre bande folcloristiche. Su le maschere, il morale e l’energia: coriandoli e stelle filanti hanno decorato le strade trasformandosi in un tappeto pronto ad accogliere la parata d’apertura dei sei giganti di cartapesta. Tre i carri di prima categoria, e altrettanti quella della seconda.

L’associazione culturale Messina ha presentato il carro “Dillo in Italy”, mentre il cantiere Principato-Cavallaro è sceso in pista con “Essere o non Essere”. “Giustizia all’italiana” è invece il nome dell’opera realizzata dall’associazione culturale Ardizzone, mentre il cantiere Mario Scan fa un omaggio al mondo degli animali circensi con “Loro non si divertono”. Il carro dell’associazione Leotta-Raciti punta i riflettori sul tema “Ma... La voglia d’Europa?”, invece il cantiere Alberto Amico esprime la propria creatività con l’opera “Noi Bimbi”.

Il programma completo, corredato dalle info su logistica e sicurezza pubblica, è disponibile su www.carnevaleacireale.it e sui canali social ufficiali. Grande novità 2018 è la geolocalizzazione dei carri allegorici in tempo reale: cliccando sulla voce “Segui i Carri” all’interno del sito www.carnevaleacireale.it sarà possibile conoscere esattamente i punti d’esibizione delle singole opere o seguire sulla mappa il percorso della parata lungo il circuito tradizionale.