Carabinieri

Ispica, semina il panico in pieno centro: arrestato

Il rumeno Sorin Ionut Zoltan

I carabinieri della Stazione di Pozzallo e dell’Aliquota Radiomobile di Modica hanno tratto in arresto in flagranza di reato Sorin Ionut Zoltan, 25 anni, rumeno residente a Rosolini, gravato da precedenti, per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

L’allarma partiva nella tarda serata allorquando un uomo si era lanciato a folle velocità sulla piazza Unità d’Italia, a quell’ora gremita di giovani che si apprestavano a vivere le ore clou della movida. L’uomo a bordo non rendendosi conto di quanto poteva accadere, ha anche abbattuto alcuni paletti metallici presenti ai lati della strada. I Carabinieri intervenuti non trovavano nella piazza il veicolo, ma le ricerche serrate permettevano di individuarlo nelle vie limitrofe. I militari dell’Arma quindi, procedevano alle contestazioni amministrative poiché il veicolo era sprovvisto di assicurazione, ma l’uomo inizialmente si sedeva sul cofano della vettura tentando di interrompere l’attività dei Carabinieri, e ascoltata l’intimazione a scendere dal veicolo per firmare i verbali redatti, sferrava un calcio ad un militare.

Il giovane veniva quindi tratto in arresto in flagranza ed il militare se la caverà con alcuni giorni di prognosi. AL termine delle formalità il giovane è stato accompagnato agli arresti domiciliari e posto a disposizione dell’A.G. iblea per i successivi provvedimenti. Il controllo del territorio particolarmente intensificato nei luoghi frequentati dai giovani e nelle ore dedicate al divertimento ha permesso che si evitasse una tragedia con la vettura lanciata a folle corsa.