Abusivismo

Impianti pubblicitari abusivi a Ragusa, interviene Lab 2.0

Serve legalità e tolleranza

Dopo la denuncia fatta nei giorni scorsi dall'Ascom sulla presenza a Ragusa di numerosi impianti abusivi per la cartellonista pubblicitaria interviene il presidente del Laboratorio politico 2.0 Claudio Castilletti che ritiene necessario garantire a tutti gli operatori del settore la possibilità di poter continuare a lavorare e, allo stesso tempo, contrastare l’illegalità”. “Su questo tema - spiega Castilletti - siamo intervenuti per primi già nel febbraio 2015 e continuiamo ad essere della stessa idea di allora: qualcuno ha sempre chiuso un occhio sulle autorizzazioni e le concessioni per i grandi impianti pubblicitari.

Si è venuta a creare, dunque, una situazione surreale nella quale vi sono pochissime aziende che con grande serietà e professionalità operano nel pieno rispetto normativo e altre che, invece, hanno approfittato dell’indulgenza a singhiozzo delle Amministrazioni comunali per continuare a operare in tranquillità, potendo essere più concorrenziali perché non gravate da tasse o adempimenti burocratici”. “E’ evidente che si tratta di un contesto molto delicato - continua Castilletti - perché se da una parte vanno tutelati i diritti di chi lavora rispettando le leggi, allo stesso modo bisogna fare in modo che tutte le aziende del settore siano messe nelle condizioni di poter sanare, ove possibile, ciò che non va.

Intervenire con tolleranza zero nel settore della cartellonistica pubblicitaria, che funziona con la prenotazione di spazi anche annuali da parte dei committenti, vorrebbe dire infliggere un duro colpo a un intero settore”. Castilletti annuncia che Sonia Migliore portavoce del movimento politico in consiglio comunale e candidato sindaco, farà richiesta di accesso agli atti per conoscere nel modo più completo possibile l’attuale situazione e poter formulare una proposta adeguata.