Salute

Palermo, progetto per la fibrosi polmonare idiopatica

Una malattia rara e poco conosciuta

Fibrosi Polmonare Idiopatica, si può fare di più: a Palermo un progetto per facilitare e anticipare la diagnosi garantendo un rapido accesso ai trattamenti. La Fibrosi Polmonare Idiopatica (IPF) è una malattia rara, poco conosciuta e riconosciuta, trattata in ritardo in un caso su due.

In Italia si registrano 16 casi ogni 100.000 abitanti. Diagnosi precoce e trattamento tempestivo sono fondamentali per una prognosi migliore. Aumentare la consapevolezza, la condivisione di informazioni sulla patologia tra i medici e superare le difficoltà di arrivare a una diagnosi anticipata: sono gli obiettivi di “PerFECT” innovativo progetto, promosso da Roche e adottato dall’Ismett IRCCS di Palermo, a supporto dei medici specialisti coinvolti nella gestione della patologia e nella presa in carico del paziente. L’Ismett IRCCS di Palermo è uno dei centri italiani ad aver adottato il progetto.

"Il nostro centro è uno dei due centri di riferimento per la Fibrosi Polmonare e al suo interno è attivo il centro trapianti, questo ci permette di offrire ai malati affetti da questa patologia tutto uno spettro di opportunità, di avere un osservatorio importante e un’affluenza numericamente rilevante di malati – dichiara Patrizio Vitulo, Responsabile dell’Unità di Pneumologia, Centro di riferimento per la Fibrosi Polmonare Ismett IRCCS di Palermo - questo comporta che di fatto abbiamo già una rete di riferimento Hub&Spoke, che partendo dal trapianto si allarga alle terapie mediche, inoltre esiste un gruppo di lavoro multidisciplinare che discute i casi e ci permette di aderire alle linee guida nei casi complessi.

Queste opportunità sono aperte anche ad altri colleghi, che possono inviare le informazioni cliniche senza spostare i pazienti".