Architettura

Ordine Architetti: per la Lipparini di Scicli sarebbe servito concorso

Interviene l'ordine degli architetti dopo avere appreso la notizia dalla stampa

L’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Ragusa dopo avere appreso dalla stampa che è stato assegnato un progetto di messa in sicurezza dell’istituto scolastico Lipparini Miccichè di Scicli, presentato alla cittadinanza sabato scorso, interviene sulla vicenda per sollevare delle perplessità.

"Ritenendo che si tratta di un intervento su un edificio architettonicamente sensibile, vista la sua ubicazione, la sua storia e le vicissitudini che lo hanno interessato, questo Ordine si chiede come un incarico avente ad oggetto la “progettazione definitiva per l’adeguamento sismico e diagnosi sismica ed energetica dell’edificio appartenente all’istituto comprensivo Giovanni D’Antoni, scuola media Lipparini (…)”, riguardi invece anche l’intero assetto estetico, architettonico ed urbanistico di piazza Italia a Scicli", scrice l'Ordine.

L'Ordine degli Architetti evidenzia come per questo tipo di intervento sarebbe stata auspicabile la realizzazione di un concorso di progettazione aperto a tutti i professionisti, espletato con procedure che garantiscono trasparenza e qualità architettonica, con giurie di alto profilo professionale, composte per la maggior parte da progettisti di valore riconosciuto. In quest’ottica l’Ordine degli Architetti si dice sempre disponibile ed attento nel dare il proprio contributo.