Carabinieri

Operazione Capolinea a Ragusa: arrestato ultimo componente banda

Il tunisino Mnasri Noomane

Arrestato anche l’ultimo componente del gruppo di spacciatori di eroina sgominato ieri dai Carabinieri di Ragusa con l’operazione “Capolinea”.

Nella serata, infatti, dopo ininterrotte attività di ricerca, condotte per tutto il giorno nelle campagne di Vittoria che sono state battute palmo a palmo, è stato individuato e arrestato anche Mnamsri Noomane, tunisino di 39 anni, pregiudicato e residente a Vittoria, raggiunto dalla stesso provvedimento restrittivo per il quale, nel corso della notte, erano già stati arrestati altri 9 soggetti mentre lui, inizialmente, non era stato rintracciato. Il Mnasri era inserito nel gruppo di puscher operanti nel territorio del comune di Vittoria ove, nel corso dei mesi d’indagini, aveva portato a termine, nei confronti di giovani del luogo, decine di cessioni di eroina che arrivava in provincia di Ragusa mediante diversi corrieri che l’acquistavano fuori dalla regione Sicilia, per poi rivenderla a una serie di spacciatori che la smerciavano in diversi comuni, per come dettagliatamente illustrato ieri nel corso della conferenza stampa tenuta dal Procuratore della Repubblica di Ragusa Dr. Fabio D’Anna.

Dopo le formalità di rito anche Mnasri Noomane, come i suoi connazionali, è stato associato presso la casa circondariale di Ragusa.