Sfratti

Sfrattata la famiglia Trigona a Vittoria

All'alba di oggi blitz delle Forze dell'Ordine

Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, c'erano tutti questa mattina a Vittoria, insieme all'ufficiale giudiziario per dare esecutività allo sfratto della famiglia Trigona-Genovesi che dopo anni di lotte e di proteste ha definitivamente dovuto lasciare la propria casa di Via Anna Magnani.

Le Forze dell'Ordine sono arrivate presso l'immobile alle prime ore dell'alba, intorno alle cinque e trenta, per dare esecuzione al provvedimento dell’Autorità Giudiziaria per il rilascio della casa. L'attività propedeutica alle operazioni di rilascio è stata condotta in adesione al protocollo d’intesa sull’attuazione degli ordini di liberazione sottoscritto tra il Tribunale di Ragusa, la Prefettura e la Questura. Le operazioni di rilascio si sono concluse alle ore 10,30 e secondo quanto è stato scritto in un comunicato della Questura, non hanno fatto registrare criticità.

Sulla vicenda però in queste ore è intervenuto anche il Movimento Riscatto che, per voce del dirigente Maurizio Ciaculli, definisce scandalose le modalità di sfratto. Su questo episodio dal 2016 si parla di presunte irregolarità da quando cioè l'immobile del valore di circa 200 mila euro venne venduto all'asta per 38 mila euro. Trigona a causa della crisi era stato costretto a chiudere il suo bar. A Novembre scorso le operazioni di sfratto erano fallite e gli ormai ex proprietari della casa, erano stati colti da malore, tutto era stato rimandato, ma oggi l'ufficiale giudiziario ha messo la parola fine alle speranze della famiglia vittoriese.

Il Movimento Riscatto da parte sua ha annunciato una protesta.