Integrazione

Consegnati a Ragusa 4 orti sociali

Dalla Cooperativa Proxima

Come annunciato qualche giorno fa, la cooperativa Proxima ha consegnato quattro orti sociali al Comune di Ragusa. Sono state il presidente della cooperativa Ivana Tumino, e la coordinatrice del progetto Fari 2.0, Ausilia Cosentini, a consegnare le chiavi al sindaco, Federico Piccitto.

Allo stesso primo cittadino, inoltre, è stata fatta una consegna simbolica con gli ortaggi prodotti, contenuti in una cassetta riempita sul momento, nell’appezzamento di terreno in questione. L’azione specifica si è proposta l'obiettivo di promuovere il reinserimento sociale dei beneficiari, valorizzando e potenziando le competenze professionali possedute da ognuno di loro. A partire dal 1 marzo scorso sono stati avviati 3 tirocini formativi di beneficiari, quindi vittime di tratta dello sfruttamento lavorativo, i quali possedevano già un’esperienza nel settore.

Si tratta, in particolare, di tre cittadini di nazionalità romena. Il Comune di Ragusa, partner del progetto e sensibile alle tematiche portate avanti da Proxima, ha concesso in comodato d’uso gratuito due appezzamenti di terreno siti in una zona periferica dell’estensione complessiva di circa 2 ettari. Oltre al terreno di via Capaci, ce n’è un altro molto più esteso in via Deledda. I quattro orti sociali saranno adesso consegnati dal Comune di Ragusa ai cittadini che ne hanno già fatto richiesta e che avranno la possibilità di coltivare un orto in città ed avere sempre dei prodotti della terra a km zero, sani e soprattutto autoprodotti. I lotti complessivi sono dieci, gli altri saranno consegnati a giorni.