Polizia di Stato

Arresti e denunce a Ragusa

Controlli del territorio

Intensificati i servizi di prevenzione e controllo del territorio da parte dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Ragusa con particolare attenzione anche al fenomeno del soggiorno illegale di cittadini extracomunitari.

Gli uomini della Sezione Volanti hanno dato seguito ad una specificata attività preventiva con posti di blocco e controlli ad esercizi pubblici che ha portato all’identificazione di 168 persone, tra cui diversi soggetti extracomunitari e 75 autoveicoli. Sono state elevate sanzioni al codice della strada per un valore di oltre mille euro con il sequestro di un’autovettura in quanto priva della prescritta copertura assicurativa. Nella notte, un bar del centro ragusano sono stati sottoposti a controllo 4 cittadini di origine albanese. Gli stessi privi di documenti validi per l’identificazione sono stati accompagnati presso gli uffici della Questura di Ragusa e sottoposti a foto segnalamento.

Dall’attenta analisi delle risultanze emerse dalla Banca Dati in uso alle Forze dell’Ordine è emerso che uno dei quattro, già sottoposto a provvedimento di espulsione, era rientrato nel territorio italiano prima della scadenza del termine triennale e senza la prescritta autorizzazione. Pertanto all’esito di quanto accertato il giovane albanese di 23 anni è stato dichiarato in stato di arresto ai sensi del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e su disposizione del PM di turno tradotto presso il carcere di Ragusa. Per due degli altri cittadini albanese è scattato invece il provvedimento di espulsione dal territorio nazionale in quanto privi di regolare permesso di soggiorno.

Durante i servizi di prevenzione inoltre una donna vittoriese è stata denunciata per il tentato furto aggravato perpetrato all’interno di un supermercato. La stessa aveva occultato alcune bottiglie di liquore all’interno della borsa ma era stata scoperta dalla sorveglianza interna.