Elezioni

Pd Ragusa riconferma candidatura Calabrese

Accoglie proposta di Solarino

Accolta la proposta di Tonino Solarino di rinviare “il termine ultimo per rendersi disponibili ad elaborare un percorso comune per le prossime elezioni amministrative” che scadeva oggi, e contestuale riconferma della candidatura a sindaco del segretario Peppe Calabrese da parte “di un partito pronto al confronto ma non al sacrificio”.

Queste le decisioni assunte dalla direzione del partito democratico ragusano in risposta all’appello unitario lanciato nei giorni scorsi da Tonino Solarino e rivolto ai due candidati sindaci finora scesi in campo nell’area del centro sinistra e progressista, ovvero lo stesso Calabrese e Giorgio Massari. Nella nota diramata a conclusione della riunione del vertice comunale dem, si legge “il Pd ha sempre dimostrato piena apertura, con ogni forma di confronto e con la più assoluta collaborazione, nei riguardi di tutte le forze progressiste e moderate della città.

Per questo motivo, la direzione del Partito Democratico ha deciso di accogliere l’invito, ed anzi di estenderne gli effetti, rinviando tutto sino al 10 marzo, rivolgendosi alle forze politiche progressiste e moderate per la formazione di un fronte comune che partecipi con convinzione alle elezioni amministrative di primavera con l’obiettivo di vincerle. Allo stesso tempo la direzione del Pd ha riconfermato la candidatura a sindaco del segretario Peppe Calabrese sottolineando che la proposta arriva da un partito pronto al confronto ma non al sacrificio”. Significativa la data scelta per il rinvio, il 10 marzo, vale a dire a risultati ormai consolidati che saranno usciti dalle elezioni politiche del 4 marzo.

E probabilmente, a voler essere proprio malpensanti, il rinvio di quasi due mesi potrebbe far comodo al Pd per proseguire e rafforzare eventuali contatti con associazioni e liste civiche. Anche in considerazione del fatto che finora solo il movimento Territorio (che ha annunciato la presenza di una propria lista) ha condiviso la proposta di candidatura a sindaco di Calabrese, mentre un’altra lista uscita allo scoperto, “Ragusa Bene Comune”, espressione dell’omonimo movimento, presieduta da un ‘padre nobile’ della sinistra ragusana, Giorgio Chessari, ha annunciato la sua scesa in campo per le amministrative ma non ha finora (almeno a quanto ci risulta) reso pubblico se presenterà un proprio candidato sindaco o se eventualmente appoggerebbe Calabrese. (da.di.)