Fede e folklore

Giarratana festeggia Sant'Antonio

Si comincia sabato con la traslazione

Giarratana festeggia Sant’Antonio Abate. L’apertura dei festeggiamenti è in programma sabato 13 gennaio quando, nella basilica omonima, che si trova sul colle che sovrasta il centro abitato, alle 17 ci sarà il suono a festa delle campane e subito dopo lo sparo di colpi a cannone.

Sono i caratteristici segnali che anticiperanno la traslazione del seicentesco simulacro del santo sull’altare maggiore. I solenni festeggiamenti, organizzati dal comitato presieduto dal parroco, don Marius Starczewski, proseguiranno sino a domenica 21 gennaio, data in cui si terrà la festa esterna, con le due processioni, una mattutina e l’altra vespertina. In particolare, poi, da giovedì 18 prenderà il via il triduo di preparazione alla festa che sarà presieduto da padre Pietro Giarracca, parroco della chiesa Sacra Famiglia di Ragusa. Sant'Antonio è considerato anche il protettore degli animali domestici. Non è un caso che la domenica della festa esterna, nel primo pomeriggio, sia prevista una speciale benedizione degli animali.