Benessere

Esercizio fisico: fa bene e riduce rischio insufficienza cardiaca

Ridurre il rischio di insufficienza cardiaca facendo due anni di esercizio fisico mediamente tra le quattro e le cinque volte a settimana.

Lo sostengono alcuni ricercatori dell’Università del Texas sud-occidentale a Dallas, che hanno pubblicato i dati di un loro studio su Circulation, rivista della American Heart Association. Lo studio ha coinvolto 53 uomini tra i 45 e i 64 anni, sani ma con uno stile di vita sedentario. I ricercatori li hanno divisi in due gruppi: uno, faceva yoga e pesi tre volte a settimana. L'altro, invece, faceva una attività fisica più intensa, tra le quattro e le cinque volte a settimana, e generalmente per trenta minuti. Secondo quanto emerso chi faceva più sport aveva il cuore più in forma, con un maggior assorbimento dell'ossigeno e con una riduzione della rigidità cardiaca.

Dunque, due o tre soli giorni non sarebbero sufficienti per avere gli effetti migliori nella salute del cuore. Uno dei ricercatori, Benjamin Levine, docente di medicina interna dell'Ateneo, dopo lo studio ha spiegato che le persone dovrebbero fare attività fisica sempre facendola diventare come parte della loro igiene personale. Insomma l’esercizio fisico dovrebbe far parte della vita come fare la doccia.