Benessere

Dieta dei 100 per dimagrire in maniera sana

Bisogna seguire il concetto dei 100

La Dieta dei 100 si basa su una serie di suggerimenti che girano attorno al concetto dei 100. E’ stata ideata dalla nutrizionista sportiva americana Liz Josefsberg e per funzionare vanno seguite alcune regole fondamentali, vediamo quali.

Bisogna mangiare 100 grammi di carboidrati al giorno che corrispondono a 2 porzioni abbondanti di verdura al giorno + 200 gr di frutta + 100 gr di patate o 200 gr di legumi pesati da lessi + 50 gr di pane o 100 gr di pasta o riso integrali pesati da cotti. Tra gli alimenti che si consumano nella dieta vanno assolutamente esclusi zuccheri e dolci, snack e cereali di altro tipo. Ogni giorno bisogna bere 100 once di acqua che corrispondono a circa due- tre litri, comprensivi però di eventuali zuppe, creme, frullati. E’ essenziale esercitarsi per almeno 100 minuti a settimana con pesi o altre attività “intense”, ad esempio facendo 3 sessioni di pesi a settimana da mezzora, con 5 minuti di riscaldamento ciascuno.

Bisogna muoversi per almeno 100 minuti a settimana: in questa regola sono incluse le passeggiate e le corse. Se non si fa attività con pesi si può fare circa 35 minuti di camminata al giorno, di modo da essere attivi 6 giorni su 7 ma in modi diversi. Inoltre tra le regole c’è quella di dormire per 100 minuti in più a settimana: Liz sottolinea l’importanza del riposo per perdere peso ed evitare lo stallo metabolico. 100 minuti di sonno in più a settimana corrispondono a circa un quarto d’ora di sonno in più al giorno. Infine bisogna allontanare lo stress per 100 minuti a settimana dedicando un quarto d’ora al giorno a un massaggio, uno scrub, esercizi yoga o di meditazione.

Secondo la nutrizionista americana riducendo lo stress giornaliero si dimagrisce con più facilità oltre ad ottenere dei benefici emotivi e psicologici non indifferenti. Come facciamo in tutte le diete pubblicate sul nostro sito raccomandiamo di consultare il proprio medico di famiglia o uno specialista prima di cominciare un’alimentazione restrittiva e dietetica. E’ assolutamente vietata a chi soffre di patologie varie o alle donne in gravidanza.