Cultura

La Catania destrutta diventa un nuovo libro

Scritto da Ivan Nicosia

In libreria da gennaio un'imperdibile perla storico-letteraria, testimonianza unica del terremoto che sconvolse l'intera val di Noto il 9 e 11 gennaio del 1693 e che strizzando gli occhi ai posteri, pone l'accento sul vero senso della memoria.

Si tratta de La Catania destrutta di Domenico Guglielmini, riscoperta, rispolverata e rimodulata da un giovane studioso catanese, Ivan Nicosia, nota guida turistica del territorio. Nicosia a distanza di ben 325 anni dal sisma ha voluto sottrarre all'oblio del tempo una fetta importante della storia isolana. E il libro verrà presentato proprio l'11 gennaio per la prima volta al pubblico presso il Palazzo Platamone di Catania, alle ore 17.00. A moderare l'incontro sarà il giornalista Nicola Savoca; interverranno oltre l'autore, l'editore Salvo Bonfirraro, la docente di storia d'arte moderna dell'Università di Catania Silvana Raffaele ed il direttore Tam, Andrea Raimondo.

Durante la presentazione verrà proiettato il video "La Catania Destrutta" di Desirè Zappalà e gli artisti Dugukolò e Zaira si esibiranno in una performance dal titolo"325".