Carabinieri

Controlli a Vittoria, recuperate 600 chili di arance rubate

Denunciate 20 persone e segnalate 4 per droga

Venti persone denunciate e 4 segnalate alla Prefettura, 6 le patenti ritirate, 14 contravvenzioni al C.d.S. comminate con il sequestro di 4 automezzi, 94 veicoli controllati e 203 persone identificate, 43 perquisizioni complessive effettuate, recuperati oltre 600 chilogrammi di arance rubate.

E’ questo il bilancio dei controlli del territorio effettuati dai carabinieri della Compagnia di Vittoria in tutta la propria giurisdizione. In particolare i controlli hanno interessato Acate, Chiaramonte Gulfi Comiso, Scoglitti e Vittoria. Un’operazione che ha comportato il dispiegamento in tutta la giurisdizione di numerose pattuglie, finalizzata da un lato a reprimere i reati di natura predatoria, che più da vicino colpiscono gli onesti cittadini, specie nelle aree rurali, e dall’altro lato a combattere lo spaccio di sostanze stupefacenti tra i giovani del nostro territorio: in tale ottica sono state organizzate perquisizioni mirate, frutto di prolungata attività di acquisizione di informazioni e di successivo riscontro operativo, nelle principali zone di aggregazione giovanile, attentamente monitorate dall’Arma proprio in concomitanza con il periodo natalizio e di fine anno.

Particolare attenzione è stata rivolta anche nei confronti di quanti si mettono alla guida senza patente e senza avere assicurato il mezzo, o in stato di ebbrezza alcolica, con evidenti risvolti negativi in caso di incidenti stradali. Nello specifico nella città di Vittoria, a seguito di controlli alla circolazione stradale, sono state sorprese ben quattro persone alla guida dei rispettivi veicoli senza la prevista copertura assicurativa, con contestuale sequestro del mezzo: si tratta di un rumeno di 54 anni, D.V.C., e di tre vittoriesi, M.S. di anni 68, T.E. di anni 49 e M.G. di anni 64. Sempre a Vittoria tre persone sottoposte alla Sorveglianza Speciale di P.S. sono state denunciate e proposte per l’aggravamento della misura poiché trovate in compagnia di altri pregiudicati, contravvenendo agli obblighi imposti: il deferimento è scattato per due tunisini, M.A. 55enne e S.M. 38enne, e per un vittoriese di 28 anni, F.S..

Inoltre, mirate perquisizioni antidroga hanno permesso ai Carabinieri di denunciare a piede libero un 18enne incensurato, R.A., mentre cedeva marijuana ad un 25enne, J.A.: la droga è stata sequestrata, oltre due grammi in dosi, mentre l’assuntore segnalato alla Prefettura di Ragusa. Nella frazione marittima di Scoglitti, invece, i militari del locale presidio hanno deferito in stato di libertà due pregiudicati, T.S. si anni 29, e G.A., di anni 25, perché trovati in possesso di portafoglio e documenti appena prima trafugati da un ciclomotore: tutta la refurtiva è stata prontamente restituita ad un abitante del luogo. Ad Acate, invece, due pregiudicati originari di Gela, F.F. di anni 47 e F.C. di anni 22, sono stati deferiti mentre tentavano di asportare oltre 600 chilogrammi di arance: l’immediato intervento di una pattuglia impegnata nel contrasto di reati predatori in aree agricole ha permesso di recuperare subito il maltolto, restituito al legittimo proprietario, e di individuare i responsabili.

Altre due persone, durante alcune perquisizioni personali e domiciliari, sono state trovate in possesso di quasi 12 grammi complessivi, tra hashish e marijuana, suddivisi in dosi e pronti per la vendita: è scattata la denuncia per un 23enne tunisino, H.H., e per un 50enne del posto, G.G.. Un rumeno di 33 anni, G.A., è stato “pizzicato” alla guida del proprio motorino senza patente, che non aveva mai conseguito, e senza copertura assicurativa: il mezzo è stato sequestrato e l’uomo denunciato. A Comiso due tunisini di 30 e 28 anni, K.B. e A.I., sono stati deferiti per il reato di ricettazione perché trovati alla guida di un motorino risultato rubato: il mezzo è già stato restituito all’avente diritto, un uomo residente ad Ispica. Altre tre persone sono state denunciate per violazione delle prescrizioni agli arresti domiciliari: si tratta di un 30enne, A.P., di un 31enne, M.C. e di un 32enne, N.G..

Nel corso del servizio, infine, venivano segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo di Ragusa per detenzione per uso personale di sostanza stupefacente quattro giovani assuntori, di età compresa tra i 21 e i 22 anni, trovati in possesso di un totale di quasi 7 grammi tra hashish e marijuana, sottoposti a sequestro: la sostanza stupefacente trattenuta è già stata inviata presso il Laboratorio di Sanità Pubblica dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa al fine di stabilirne il principio attivo e il numero di dosi ricavabili.