Spazio

Arriva la tempesta magnetica di Capodanno

Lo annuncia l'Agenzia Americana

Uno sciame di particelle saranno espulse dal Sole e potrebbe incontrare il campo magnetico terrestre a Capodanno. Si tratta di una vera e propria tempesta magnetica. E’ ciò che prevede l’agenzia Americana per l'Atmosfera e degli Oceani (Noaa).

I ricercatori spiegano che si tratta di una tempesta di classe G1, ossia nel livello più basso nella scala da uno a cinque che ne misura l'intensità, prevista il primo gennaio 2018. La tempesta sarà innescata dall'arrivo di una raffica di vento solare veloce, proveniente da un 'buco' che si è aperto nella parte più esterna dell'atmosfera solare e che scaglierà verso la Terra uno sciame di particelle cariche di energia. Questo tipo di fenomeni si chiamano buchi coronali e sono normali in prossimità del verificarsi del minimo dell'attività solare, fase che la nostra stella attraversa ogni 11 anni, e che e' attesa per il 2018-2019.

Le previsioni, come spiega Mauro Messerotti, docente di Meteorologia dello Spazio all’Università di Trieste e ricercatore dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), sono quelle di una tempesta solare di intensità più bassa che interesserà quindi le alte latitudini polari, sia nell'emisfero Nord che nell'emisfero Sud, e non si estenderà quindi alle nostre latitudini . Sempre nelle latitudini polari, potrebbe disturbare le comunicazioni sulle onde corte. (fonte e foto: NASA Goddard Space Flight Center)