Capodanno 2018

Tra bilanci e speranze, buon anno a tutti voi!

2017 anno di incendi, alluvioni e sexy scandali

L'anno 2017 appartiene ormai al passato, da questa mattina si guarda al futuro con il bagaglio di sogni, speranze e aspettative che ogni anno ci portiamo dietro.

Ma come si sa questi giorni sono serviti anche per fare un bilancio di quello che è stato l'anno che ci lasciamo alle spalle e per farlo esistono addirittura studi e sondaggi, da questi emerge che tra i fatti principali che hanno colpito l'opinione pubblica nel 2017 c'è senz'altro il flusso di migranti e la sua difficile gestione, l'elezione di Donald Trump alla Presidenza degli Stati Uniti d'America, i test nucleari della Corea del Nord e la valanga di denunce di molestie sessuali dopo il caso Weinstein, tra i fatti nazionali che più ricorderemo c'è la tragedia dell'hotel di Rigopiano e senz'altro l'esclusione della Nazionale di Ventura dai Mondiali di calcio.

Per la Sicilia il 2017 è stato anche l'anno delle elezioni regionali, una delle notizie più cliccate in assoluto a livello regionale è stata infatti quella relativa alla vittoria di Nello Musumeci, lo scorso mese di novembre, un risultato che ha influenzato anche la politica nazionale che quest'anno vivrà un momento intenso. Ma torniamo al 2017 e andiamo a vedere quello che è successo in provincia di Ragusa dove in quest'anno appena trascorso cinque comuni, Chiaramonte, Giarratana, Monterosso Almo, Pozzallo e Santa Croce Camerina, sono stati chiamati a rinnovare sindaco e consigli comunali.

Quest'anno sarà purtroppo ricordato anche per tante vittime della strada e quello che salta all'occhio è il pesantissimo tributo pagato dalla città di Ispica dove a Luglio ha perso la vita un ragazzo 17enne e a dicembre un ragazzo 16enne, ad aprile un 32enne originario di Ispica era invece morto a seguito di un incidente stradale avvenuto a Modica. Da ricordare a Modica l'alluvione del 23 gennaio che ha devastato vaste zone del territorio cittadino e delle aree circostanti, provocando danni per milioni di euro. L'estate del 2017 sarà ricordata anche per gli innumerevoli incendi, nel mese di luglio il più devastante riguardò il polmone verde della provincia iblea, la Pineta di Chiaramonte, che riportò una ferita indelebile con un danno incalcolabile all'ecosistema.

Nel mese di luglio era stato anche il momento del caos legato alla sanità e all'apertura del nuovo ospedale di Ragusa a tenere banco, quando si parlò addirittura di tutela della salute a rischio, per i cittadini iblei. Nel 2017 in provincia di Ragusa si è registrato anche un omicidio, nelle campagne di Vittoria è stato trovato il cadavere di un tunisino, i responsabili sono già stati assicurati alla giustizia. Un fatto storico ha riguardato anche la città della Contea con la visita, per la prima volta nella storia, di un regnante, Sua Altezza Serenissima il Principe Alberto di Monaco e proprio per non farci mancare nulla in estate abbiamo ospitato nel mare di Scicli la barca più costosa del mondo costata, ad un magnate russo, 450 milioni di euro.

Notizie queste che ci hanno fatto sognare per un attimo ed è così che vogliamo concludere questo breve pensiero sul passato e sul futuro. Quello che ci attende è un anno impegnativo dal punto di vista politico con elezioni nazionali ed amministrative in Comuni importanti, dal punto di vista sindacale con tante vertenze ancora in corso, e dal punto di vista economico con l'annuncio di nuovi aumenti e nuovi licenziamenti, ma questo è ancora il momento giusto per sognare.

Il primo dell'anno è il giorno dei buoni propositi, è il momento per lanciare nuove sfide e siccome per raggiungere i propri obiettivi il 44% degli italiani pensa che serva più forza di volontà, il 40% avere più tempo libero a disposizione ed il 26% maggiori risorse economiche, questo è quello che auguriamo a tutti voi. E per chiudere mi piace ricordare il verso di una poesia di Gianni Rodari intitolata "L'anno nuovo" che recita: "... di più per ora scritto non trovo nel destino dell'anno nuovo, per il resto anche quest'anno sarà come gli uomini lo faranno". Buon anno a tutti voi!