Elezioni

Amministrative a Ragusa: le manovre del Pd

Incontro alla Cna

Anche il Partito Democratico di Ragusa ha dato il via ufficiale alla campagna per le elezioni amministrative di primavera. Sede dell’incontro con forze politiche, associazioni civiche, organizzazioni di categoria e cittadini la sala convegni della Cna nella zona artigianale.

Incontro condotto da Peppe Calabrese in veste non solo di segretario dell’unione comunale del partito ragusano ma soprattutto di candidato ufficiale designato. Ed è lo stesso Calabrese che enumera i 10 punti programmatici che il Pd intende offrire come spunto aggregativo e di riflessione alle forze politiche, ai movimenti, alle associazioni e liste civiche che guardano alla costruzione di una larga coalizione per il governo della città: volume zero, stop al consumo del territorio; centro storico-periferie, da mantenere uniti in un progetto di crescita comune equa ed integrata; riduzione della pressione fiscale locale; un piano quadro di mobilità ciclabile e la realizzazione di un parco cittadino; Ragusa Ibla da valorizzare sempre di più, prioritaria la realizzazione di un parcheggio multipiano; agricoltura, industria e artigianato con il settore primario e quello della trasformazione che devono essere rilanciati; turismo, creare le condizioni urbanistiche e le incentivazioni per la realizzazione di strutture ricettive; servizi sociali che daranno sempre maggiore attenzione alle famiglie bisognose; Marina di Ragusa con il completamento e il contestuale potenziamento del porto turistico e la creazione di parcheggi di scambio; ambiente con l’avvio vero e funzionante della raccolta differenziata porta a porta e l’attivazione dell’impianto di compostaggio di Cava dei modicani.

All’incontro indetto dai dem di Ragusa erano presenti Confcooperative, Cna, Uil, parte della Cgil, Legacoop, Territorio, Pericentro, medici, imprenditori, architetti e più in generale cittadini. Assenti i due parlamentari iblei, la senatrice Venerina Padua e il deputato regionale Nello Dipasquale, ma solo per impegni istituzionali rispettivamente a Roma e a Palermo. Calabrese, nel ringraziare “tutti di cuore per la piena riuscita dell’iniziativa nonostante la fredda giornata alla vigilia delle festività natalizie” ha confermato che “è stato offerto un contributo di idee da proporre alla futura coalizione. Abbiamo ribadito la nostra disponibilità ad indire le primarie così come siamo pronti ad estendere i punti proposti attraverso un programma condiviso. Abbiamo voluto dimostrare ancora una volta l’idea di essere inclusivi, precisando che nessun partito e nessun colore politico nello specifico si è esposto più di tanto nell’iniziativa”.

Già nei giorni scorsi il Pd cittadino aveva tenuto un incontro con il movimento Territorio riferendo che “è stata sancita l’alleanza del movimento con i dem a sostegno della candidatura di Calabrese. Sono state condivise, infatti, le linee programmatiche. I suggerimenti provenienti da Territorio saranno inseriti all’interno dei tredici punti che costituiscono la bozza di programma”. Da parte sua Territorio, rappresentato dal segretario Michele Tasca e dal vice Emanuele Distefano, “ha avuto modo di sottolineare in maniera positiva il fatto che il Pd abbia individuato il proprio candidato mettendolo a disposizione per le primarie di coalizione allo scopo di cercare la sintesi.

Territorio Ragusa non avrà un proprio candidato e, per questo motivo, durante l’incontro in questione è stato dichiarato ufficialmente il sostegno al candidato del Pd”.