Natale 2017

Da Natale a Santo Stefano

Il giorno dopo Natale si comincia a parlare di numeri

Natale è appena trascorso e oggi la Chiesa celebra Santo Stefano.

Non tutti sanno che la celebrazione di questo Santo martire è stata da sempre fissata al 26 dicembre, subito dopo il Natale, perché nei giorni seguenti alla manifestazione del Figlio di Dio, la Chiesa pose nel martirologio i più vicini nel suo percorso terreno, i primi cioè a renderne testimonianza con il martirio. E appunto Stefano venne lapidato a Gerusalemme nel 36, solo tre anni dopo la morte in croce di Gesù Cristo. Le vacanze natalizie però sono appena iniziate e fino al sei di gennaio continueremo a respirare aria di vacanza.

Già oggi si comincia ad analizzare l'aspetto più consumistico della festa di Natale, con i numeri e i bilanci su quanto gli italiani hanno speso per riempire i piedi dell'albero di Natale di regali, puntualmente scartati la notte scorsa, e imbandire le tavole a festa.Tra le analisi più autorevoli c’è senza dubbio quella della Coldiretti, secondo la quale la famiglia italiana ha speso in media 528 euro con un aumento del 4,4 % rispetto allo scorso anno. Una forte ripresa è stata registrata dal settore viaggi, ma ad aumentare è stato soprattutto il budget destinato all'alimentare, mentre è rimasto invariato quello per i regali.

Scendendo nei dettagli, la spesa, sempre secondo la Coldiretti, è stata destinata per il 39% ai regali, per il 25% al cibo, per il 24% ai viaggi e per il 12% ai divertimenti. Un'altra caratteristica delle spese natalizie di quest'anno è la crescita degli acquisti on line del 16% rispetto allo scorso anno, più del doppio della media europea. L'Italia si classificherà terza tra i Paesi europei dove si spende di più per il Natale, preceduta solo da Spagna con 632 euro e Gran Bretagna con 614 euro, in fondo alla classifica la Polonia con 258 euro a famiglia.

Secondo le previsioni del Codacons la spesa delle famiglie per le feste di Natale e Capodanno si attesterà sui 10 miliardi di euro, tre di questi sono stati destinati al pranzo e al cenone di Natale ed altrettanti lo saranno per quello di San Silvestro e Capodanno. E a proposito di previsioni parliamo anche di meteo perché dopo una breve tregua in cui le temperature sono risalite di qualche grado a cominciare da domani sul territorio ibleo sono previste precipitazioni sparse. Le temperature si manterranno nella media stagionale, ma per capodanno raggiungeranno circa 15 gradi. Ancora buone vacanze a tutti!