Benecicenza

Natale, a Caltagirone si fa spaccio di solidarieta'

Il 16 dicembre raccolta beni alimentari

È prevista per il prossimo 16 dicembre a Caltagirone la Giornata di raccolta alimentare e promossa dal circolo MLC “Don Luigi Sturzo” di Caltagirone in collaborazione con il Circolo “Don Rosario Pepe” di Mineo.

I volontari del Movimento Cristiano Lavoratori presidieranno il mercato settimanale nell’angolo di piazza “Falcone – Borsellino” nel corso della mattinata, e dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle ore 16.30 alle 20.00 alcuni esercizi commerciali aderenti, al fine di raccogliere derrate alimentari di prodotti non deperibili e beni non alimentari, per donarli alle famiglie bisognose in occasione delle feste natalizie. In particolare la raccolta interesserà i seguenti esercizi commerciali: il Supermercato CRAI di via Fisicara, il Supermercato “Fresco Si” di via Circonvallazione, e i negozi Piazza Italia, USA Sport e Piazza Italia Kids di viale Europa. Il tema di sfondo dell’iniziativa è appunto “A Natale si fa Spaccio di Solidarietà”, difatti le famiglie poco abbienti del Comune di Caltagirone, accreditate con un voucher richiesto nella sede del Circolo MCL di via Roma, potranno acquisire beni all’interno dello “spaccio della solidarietà” che sarà aperto nei giorni 19 e 20 dicembre dalle 15.30 alle 19.00 in via Altobasso San Luigi a Caltagirone.

«Siamo certi che anche quest’anno le famiglie calatine non si tireranno indietro in questa impresa di solidarietà che stiamo avviando proprio in occasione delle feste natalizie. Come ogni anno vogliamo dare il nostro contributo per offrire una tavola bandita per il Natale a chi non può permetterselo, ma al tempo stesso anche dei doni sotto l’albero, grazie al fatto che abbiamo voluto estendere la raccolta anche ai beni non alimentari» ha spiegato Rossana Russo, Presidente del Circolo MCL “Don Luigi Sturzo” di Caltagirone. L’iniziativa non può che richiamare il versetto di Matteo (25, 35-36) “…ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere (…) ero nudo e mi avete vestito” infatti come sottolinea Paolo Ragusa, Presidente del Circolo MCL “Don Rosario Pepe” di Mineo «Mobilitiamo la solidarietà del territorio, facendo incrociare la voglia di generosità di tutti i cittadini e i bisogni delle famiglie meno abbienti. Ad unire queste persone è il sentimento di amore che nutre il cuore delle persone e che, a Natale, risplende e si contagia anche attraverso questa iniziativa. Fare crescere la coesione sociale e la fratellanza tra i cittadini restano i nostri obiettivi sul territorio».