Benessere

Dieta del piatto magro: 7 chili in un mese

Piccole porzioni per i pasti principali

Dimagrire di circa 7 chili in 30 giorni seguendo delle piccole regole. E’ ciò che avviene con la dieta del piatto magro nota anche come “skinny plate challenge”. La dieta consiste nel creare “il piatto magro” a ogni pasto ovvero un piatto da insalata, dal diametro di circa 18 cm, che deve essere usato per colazione, pranzo e cena.

Le porzioni, fino a tre in un piatto, non devono superare il palmo della vostra mano (peso da crudo) e tutte e tre le porzioni insieme non devono superare la soglia del piatto (anche colmo). In alternativa si possono consumare due porzioni di cibo più un piatto di minestrone o crema di verdure senza legumi né patate. Ma vediamo quali sono gli alimenti che si possono consumare in porzioni: verdure o frutta (una porzione), pasta, riso, cereali, fiocchi di cereale,patate, mais,legumi lessi, 50 gr di pane (una porzione); carne,pesce, uova, formaggi magri, tofu, tempeh, seitan (una porzione). Si può anche creare una insalata o un monopiatto con insalata di pomodori, cannellini e tonno. Durante i trenta giorni non si devono bere bevande zuccherate, le tisane, caffè tè devono essere senza zucchero. Durante il giorno sono permessi due snack , non dello stesso tipo: fino a dieci mandorle o noci (uno spuntino), un frutto medio (uno spuntino), una confezione di yogurt greco magro o di fiocchi di latte magri (uno spuntino), 2-3 pezzi di frutta disidratata (uno spuntino).

Per condire gli alimenti si può usare un cucchiaio di olio massimo a piatto o un cucchiaino di burro di noci o cacao, mentre succo di limone e aceto sono liberi. Per dolcificare è concesso il dolcificante a zero calorie. Anche se si tratta di una dieta che non prevede un regime alimentare ristretto è importante consultare il proprio medico di famiglia o uno specialista prima di cominciare un cambiamento della propria alimentazione. Una raccomandazione che facciamo sempre in tutte le diete pubblicate sul nostro sito.