Natale

Ragusa, cittadini e scout addobbano albero di Natale a Marina

Lo sottolinea la consigliera Manuela Nicita

Si sono trovati insieme, cittadini e scouts del reparto Orsa Maggiore, per decorare l’albero di natale di Piazza Duca degli Abruzzi a Marina di Ragusa. A darne notizia la consigliera comunale del gruppo misto Manuela Nicita che usa l’arma della ironia paradossale. Infatti afferma “stavolta ci siamo scommessi in prima persona. Non più lamentele. Ma un concreto aiuto alla Giunta Piccitto.

Visto che al Comune di Ragusa mancano un paio di centinaio di euro per addobbare l’albero di Natale di Marina, quando invece si spendono migliaia e migliaia di euro per gli avvenimenti più effimeri, e vedrete quanti altri soldi saranno sperperati a Capodanno, abbiamo pensato, considerato, tra l’altro, che non sono stati a disposizione dell’ente, in questi anni, 67 milioni di royalties da spendere, di metterci del nostro”. Sarcastico anche il motto con cui l’iniziativa è stata lanciata sui social, ovvero “se ti avanza una palla, mettila a disposizione del sindaco”. All’appuntamento sotto l’albero della frazione balneare i cittadini intervenuti hanno trovato anche gli scouts del reparto Orsa Maggiore che, “con l’iniziativa Natalizziamoci, si sono allo stesso modo prodigati, nonostante gli esigui mezzi, per la creazione di addobbi natalizi, proponendoli, in cambio di una offerta facoltativa, ai presenti”.

E qui la Nicita torna ad usare il paradosso, sempre ironico, “ringrazio, dunque, i cittadini di buona volontà che hanno dato una grandissima dimostrazione di attenzione nei confronti di un’amministrazione che asfalta le strade, che non aumenta le tasse, che ha migliorato, come dimostrano le classifiche, la qualità della vita di tutti noi e che, soprattutto, politicamente continua ad avere una maggioranza stabile a dimostrazione della grande attenzione che tutti nutrono nei confronti del primo cittadino. Attenzione, dunque, ricambiata, per quel che possiamo, dai ragusani che, con la loro grande capacità di adattamento, hanno addobbato l’albero di Marina che era rimasto disadorno. Adesso volgeremo la nostra attenzione altrove. In città si sono altri alberi di Natale senza decorazioni? Verificheremo anche per capire a cosa sia servito tagliare questi alberi”. A proposito di “maggioranza stabile”, orami un lontano ricordo per il gruppo grillino e per la sua amministrazione, la Nicita aveva già sottolineato il dato politico, quando, appena una settimana fa, in occasione di una seduta consiliare, “per la terza volta di fila, è mancato il numero a causa di una maggioranza sempre più sfilacciata e inconsistente”.

E la consigliera ex 5 stelle ed ex laboratorio 2.0 osservava “ma come proprio ora che sono rimasti in quattordici (dopo l’abbandono dell'altra consigliera Gianna Sigona n.d.r.), proprio adesso che dovevano dare ampia dimostrazione di compattezza e di coesione cosa fanno? Si sfilacciano. E, ancora una volta, la terza di fila, il Consiglio comunale non solo è costretto a saltare ma, addirittura, spingono uno dei loro compagni di movimento, il consigliere Massimo Agosta, a dichiarare che se non sono responsabili e non hanno disponibilità di tempo devono dimettersi? Ormai è a tutti chiaro. Il sindaco Federico Piccitto non può governare, non ha i numeri. Ma del resto che cosa mai poteva aspettarsi da una compagine mal organizzata politicamente di cui fa parte anche il consigliere Davide Brugaletta che, da presidente della commissione Ambiente, da circa due anni si arroga il diritto di non convocare neppure una seduta dell’organismo?”. (da.di.)