Economia

Villa Silla a Modica, finanziamento da 600 mila euro

Sarà riqualificata tutta la villa

Quasi 600 mila euro (599.143,19 per la precisione) facenti parte dei fondi Por – Fesr 2014-2020 Asse 9 Inclusione Sociale sono stati concessi al Comune di Modica per il rifacimento della villetta comunale di Via Silla. Il progetto di riqualificazione dell’area è arrivato in 26esima posizione sui 33 ammessi a finanziamento.

Il progetto di recupero e di riqualificazione della villa comunale prevede la pulizia di tutto il recinto di calcestruzzo della villa comunale, attualmente imbrattato da graffiti e la pitturazione ex novo della parte metallica che sovrasta la prima. Rifacimento della pavimentazione, dismissione delle attrezzature ludiche esistenti degradate e non funzionanti. Rimodulazione delle aree ludiche esistenti, ampliandone le aree, con fornitura e collocazione di strutture ludiche accessibili anche ai bambini diversamente abili con relative aree di sicurezza realizzate con pavimentazione antitrauma. La rimozione dell’arredo urbano in avanzato stato di degrado e sostituzione e dello stesso, la realizzazione di un impianto di videosorveglianza che permetta un controllo importante delle aree a rischio.

La realizzazione di piccoli giardini aromatici negli spazi verdi attualmente incolti attraverso la piantumazione di piante aromatiche e piante officinali. Ristrutturazione della fontana centrale e delle relative sedute affinché ritorni ad essere il cuore pulsante di questo spazio urbano ormai caduto in degrado, la realizzazione del nuovo impianto elettrico e di illuminazione di tutta la villa attraverso l'istallazione di pali e lampade a led che permettono all'amministrazione di risparmiare sui consumi energetici e soprattutto di poter illuminare correttamente tutte le aree della villa abbassandone anche il grado di inquinamento luminoso.

Lo scopo di questi lavori è la creazione di un piccolo parco urbano interno alla città che migliori sensibilmente la qualità della vita dei cittadini e dei visitatori, utilizzando tecniche e metodi poco invasivi per il luogo stesso e a basso impatto ambientale. “Grazie a questi ulteriori interventi sarà completata l’opera di riqualificazione della zona, cominciata mesi fa con la sostituzione degli alberi le cui radici avevano causato ingenti danni strutturali come ad esempio alla scuola Giovanni XXIII. Proseguita con la posa del nuovo manto d’asfalto e la realizzazione degli attraversamenti rialzati e terminata adesso con il rifacimento della villetta, da sempre punto di aggregazione per i residenti e non solo.

Un luogo da troppi anni abbandonato a se stesso che era diventato un rifugio per la microcriminalità. Grazie al lavoro svolto dai progettisti e dai tecnici dell’ufficio manutenzioni, verde pubblico e aree attrezzate siamo riusciti ad intercettare questi fondi”.