Benessere

Dieta Swift, fa dimagrire 3 chili e fa bene all'intestino

Riduce il gonfiore dell'intestino

La dieta Swift o dieta dell’intestino oltre a far dimagrire fino a 3 chili in un mese consente di ottenere una pancia piatta e di ridurre il gonfiore ed avere un intestino sano. Si basa sulle teorie della nutrizionista americana Kathie Madonna Swift.

Per funzionare in maniera eccelsa bisogna attenersi a delle regole basilari tra cui: evitare gli zuccheri, ridurre i grassi di origine animale, escludere alcuni tipi di carboidrati che fermentano nell'intestino. Fra questi latte e latticini e molti vegetali. Da eliminare nella prima settimana e poi reintrodurre gradualmente. Infine bisogna aumentare il consumo di fibre che aiutano la microflora intestinale a rimanere sana e preferire il riso alla solita pasta. Nella dieta è prevista tutti i giorni la stessa colazione e gli spuntini. Vediamo cosa si mangia: colazione: 60 g di fiocchi d'avena cotti per 6-7 minuti in 200 ml di latte di soia o riso dolcificati con un cucchiaino di sciroppo d'acero e accompagnati da 300 g di frutti di bosco (lamponi, mirtilli); un centrifugato di pompelmo con 2 carote e una costa di sedano; un té leggero con un cucchiaino di miele. Spuntini: una porzione di frutta fresca a scelta (un'arancia, 2 man­darini, 2 kiwi, 300 g di fragole, 250 g di melone invernale). Ecco ora cosa prevede il menù della prima settimana.

Lunedì: Pranzo: 150 g di pollo alla griglia; insalata di lattuga; una banana. Cena: un piatto di patate e carote lessate; 50 g di parmigiano. Martedì: Pranzo: 2 uovo alla coque; insalata di germogli di soia; una banana. Cena: 200 g di pesce persico al forno con un piatto di patate bollite. Mercoledì: Pranzo: 150 g di vitello ai ferri; melanzane grigliate; una banana. Cena: zuppa di carote, patate e zucchine preparata con 3 patate, due carote e due zucchine; 150 g di filetti di sogliola al vapore. Giovedì: pranzo: 100 g di bresaola, 3 patate lesse. Cena: 150 g di tonno alla griglia; fagiolini bolliti; una banana. Venerdì: Pranzo: 150 g di tacchino ai ferri; bietole bollite; banana. Cena: un piatto di patate e carote lessate; 50 g di parmigiano. Sabato: Pranzo: 60 g di riso bollito o al vapore; 150 g di rombo al forno; insalata di pomodori. Cena: un piatto di zucca e patate; 50 g di prosciutto crudo. Domenica: Pranzo: 150 g di tagliata di manzo; fagiolini; 50 g di miglio bollito in insalata. Cena: un piatto di passato di spinaci e patate bolliti; 100 g di salmone alla griglia.

Nella seconda e terza settimana vanno reintrodotti altri alimenti ma vediamo il menù. Anche in queste due settimane la colazione e gli spuntini non cambiano. A colazione: 2 gallette di riso o mais; frullato preparato con un vasetto di yogurt o kefir e 300 g di frutti di bosco (mirtilli o lamponi); un té leggero con un cucchiaino di miele. Spuntini: una porzione di frutta fresca a scelta (un'arancia, 2 mandarini, 2 kiwi, 300 g di fragole, 250 g di melone invernale, una mela). Ecco invece il menù. Lunedì: Pranzo: 80 g di quinoa bollita; 150 g di vitello alla griglia; insalata di valeriana. Cena: un piatto di passato di fagioli e zucca con 4 gallette di riso. Martedì: Pranzo: 60 g di riso bollito; 150 g di pollo arrosto senza pelle; 150 g di spinaci bolliti. Cena:150 g di platessa alla griglia; 4 gallette di mais.

Mercoledì: Pranzo: 60 g di amaranto bollito; 15 g di manzo ai ferri; zucchine grigliate. Cena: un piatto di patate bollite; 150 g di nasello al vapore; 2 gallette di mais. Giovedì: Pranzo: 50 g di prosciutto crudo; bietole bollite; 4 gallette di mais. Cena: 60 g di riso bollito; 150 g di salmone al cartoccio. Venerdì: Pranzo: un piatto di patate al forno; 150 g di petto di pollo grigliato; spinaci al vapore. Cena: 60 g di quinoa bollita; 50 g di parmigiano stagionato. Sabato: Pranzo: 60 g di riso; 150 di tonno alla griglia; fagiolini al vapore. Cena: minestra di riso con 60 g riso e 100 g di piselli bolliti (anche surgelati), olio, prezzemolo; 100 g di bresaola; 2 gallette di mais. Domenica: Pranzo: 60 g di amaranto bollito con aromi; 150 g di vitello alla griglia. Cena: passato di patate e carote; 150 g di sogliola alla griglia; 2 gallette di mais. Come per tutte le diete pubblicate sul nostro sito raccomandiamo di consultare il proprio medico o uno specialista prima di cominciare un alimentazione dietetica, soprattutto quando si soffre di qualche patologia. E’ sconsigliata alle donne in gravidanza.