Spiritualità

Diocesi: festa Immacolata a Ragusa

Al via da mercoledì 29 novembre

Prenderà ufficialmente il via domani, mercoledì 29 novembre, il programma dei festeggiamenti in occasione della solennità dell’Immacolata Concezione a Ragusa.

Le celebrazioni in onore della Patrona Principale e Regina della Sicilia avranno come cornice il quartiere barocco di Ibla e, in particolare, la chiesa di San Francesco all’Immacolata. La Vergine Maria, Madre della Grazia, avrà modo di ricordare che la Misericordia del suo Figlio si estende di generazione in generazione. “Essere Immacolata e Madre di Dio – sottolinea il rettore della chiesa di San Francesco all’Immacolata, padre Pietro Floridia, parroco del Duomo di San Giorgio – non fu per Maria un privilegio di cui vantarsi e inorgoglirsi. Umile e abbandonata al volere di Dio, si affrettò a donare agli altri quello che aveva ricevuto”.

I solenni festeggiamenti prenderanno il via, come detto, domani, mercoledì 29 novembre, con il Novenario. La chiesa di San Francesco all’Immacolata, per il terzo anno consecutivo, dopo che la stessa era stata interessata da una serie di interventi di restauro, sarà il fulcro nevralgico di uno degli appuntamenti religiosi più sentiti dall’intera comunità dei fedeli di Ibla, e non solo. Domani, quindi, alle 16,30, si terrà la recita del Rosario, delle litanie cantate e del canto dello stellario. Poi, alle 17, ci sarà la celebrazione della santa messa mentre il simulacro dell’Immacolata sarà esposto per l’adorazione dei fedeli.

Sino al 7 dicembre il solenne Novenario è in programma ogni giorno con la recita quotidiana, a partire dalle 16,30, del Rosario, delle litanie cantate e del canto dello Stellario a cui farà seguito, alle 17, la celebrazione della messa. Per il 5 dicembre, inoltre, il programma delle manifestazioni religiose contempla un momento speciale, prima di arrivare al clou della festa previsto per giovedì 7 e venerdì 8 dicembre. Alle 15,30 del 5 dicembre, infatti, si terrà un incontro di preghiera e di affidamento all’Immacolata dei fanciulli del catechismo.