Tasse

Tari alle stelle a Ragusa: primi in Sicilia per aumenti

La nota del Partito Democratico

Il segretario dell’unione comunale di Ragusa del Partito Democratico, Peppe Calabrese, sferra un durissimo attacco contro l’amministrazione Piccitto a proposito della Tari.

“Tassa rifiuti alla stelle a Ragusa, la nostra città al terzo posto in Italia e al primo in Sicilia per tariffe ed aumenti. Questo il disastro pentastellato”, così tuona Calabrese prendendo spunto “dai dati pubblicati in questi ultimi giorni su un quotidiano regionale che mettono in evidenza il disastro Ragusa per quanto riguarda la tassa sui rifiuti. Addirittura, stando alle cifre in questione, Ragusa si trova al terzo posto in Italia e al primo in Sicilia per tariffe e aumenti”. Un primato in negativo, secondo Calabrese, che si aggiunge alla notizia di qualche giorno fa secondo la quale “la classifica sulla vivibilità ci aveva fatto compiere parecchi passi indietro”.

Prosegue il segretario cittadino dem, e candidato ufficiale del partito alla sindacatura “da 5 anni aspettiamo un progetto di differenziata per tutta la città e scopriamo che il livello della raccolta, oggi, è allo stesso livello di 5 anni fa. Insomma, come se fossimo rimasti ancorati al passato. Di contro abbiamo una discarica piena, dobbiamo conferire fuori provincia con aggravio di costi che ancora devono essere calcolati nelle bollette e facciamo i conti con un impianto di compostaggio nuovo mai avviato”. Dopo aver assicurato che “il Partito Democratico, lo diciamo a chiare lettere, è pronto a “cambiare verso” a questa città migliorando i servizi e abbassando le tasse con una idea di città e un progetto condivisibile e spendibile moderno e snello”, Calabrese aggiunge, menando, è proprio il caso di dirlo, fendenti a destra e sinistra “tra l’altro, i Cinque Stelle sono senza maggioranza in aula, con consiglieri ex grillini che responsabilmente hanno lasciato un movimento inconsistente, privo di idee e ostinato ad arrivare fino in fondo a costo di danneggiare seriamente la città.

Smettano alcuni gruppi politici di minoranza di far finta di fare opposizione e organizzare un andirivieni dall’aula per mantenere in vita questo sindaco. Facciano il loro dovere e contrastino alla luce del sole la totale inefficienza amministrativa di Piccitto e della sua Giunta”. (da.di.)