Teatro

Modica, tutto esaurito per il Cavaliere Pedagna

Al teatro Garibaldi

L’immensa bravura recitativa di tre mostri sacri del panorama teatrale italiano e il rapimento emozionale della grande musica orchestrale per l’ennesimo, grandioso fine settimana con un doppio tutto esaurito al Teatro Garibaldi di Modica.

Venerdì applauditissima apertura della nuova stagione di prosa con un divertente, ma a tratti anche emozionante “Il cavaliere Pedagna” di Luigi Capuana, con tre interpreti che hanno fatto la storia del teatro siciliano, Tuccio Musumeci, Miko Magistro e Guia Jelo, diretti da Giuseppe Romani. Le avventure del cavaliere Pedagna, interpretato da un imponente Magistro, hanno fatto ridere, ma anche riflettere in quella che lo stesso attore ha definito essere la metafora della vita. E come ci insegna il testo di Capuana, si è facili al superficiale giudizio morale sulle vicende altrui ma si è più convenientemente tolleranti nei confronti delle proprie scelte. Straordinario Tuccio Musumeci, così perfettamente integrato sulla scena da risultarne appendice naturale, immensa Guia Jelo, applauditissima regina del palcoscenico che ha divertito, ma anche commosso con la sua materna inclinazione alla riappacificazione tra padre e figlia.

La penna di Capuana in una delle opere che hanno più influenzato il teatro siciliano per una riflessione interiore che tra il riso e tante emozioni ha così coinvolto l’intero pubblico platea anche grazie alla bravura degli altri attori in scena, ovvero Evelyn Famà, Santo Pennisi, Maria Rita Sgarlato, Riccardo Maria Tarci, Guia Buccheri e Cristian Cozzo. Un teatro strapieno anche quello di sabato sera per un appuntamento ormai entrato nella tradizione della Fondazione, il Concerto di Santa Cecilia. Sul palco i componenti della Civica Filarmonica di Modica, diretti dal maestro Francesco Di Pietro, la tromba di Pietro Giunta e il clarinetto di Mirko Caruso, che hanno saputo emozionare e rapire il numerosissimo pubblico del teatro, strappando lunghi applausi e sinceri apprezzamenti.

“Si riparte alla grande – commenta Tonino Cannata, sovrintendente della Fondazione Teatro Garibaldi – Il primo appuntamento della nuova stagione teatrale, diretta da Carlo Cartier, ci ha offerto uno spettacolo molto interessante e con grandi protagonisti. Prosegue intanto l’ultima parte della stagione musicale diretta da Giovanni Cultrera che poi ripartirà i primo gennaio con l’atteso concerto di Capodanno”. I prossimi appuntamenti con il Teatro Garibaldi sono per la stagione di prosa il 2 dicembre, alle ore 21.00, con “Il berretto a sonagli”, con Sebastiano Lo Monaco, e per la stagione musicale il 9 dicembre, alle ore 21.00, con il Gran Galà della musica lirica e sinfonica.

I biglietti di ingresso possono essere acquistati al botteghino del teatro o online su www.ciaotickets.com/evento/il-berretto-sonagli-2 per lo spettacolo “Il berretto a sonagli” e su www.ciaotickets.com/evento/gran-gala-della-musica-lirica-e-sinf per il concerto. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.fondazioneteatrogaribaldi.it.