Calcio

Il Modica batte il Frigintini

Gol di Marco Livia

Davanti a una bella cornice di pubblico il Modica di Franco Rappocciolo si aggiudica il derby della Contea contro un Frigintini duro a morire, che ha lottato fino alla fine per cercare di raddrizzare una gara che si è messa in salita già al 10' del primo tempo.

Una partita corretta in campo e sulle tribune con i tifosi del Modica che sono stati l'arma in più dei “Tigrotti”. Una bella coreografia ha salutato l'ingresso in campo delle due squadre che non si sono risparmiate per tutto l'arco dei 96' di gioco. Inizia bene il Frigintini che al 7' va vicino al gol con Spitale, che sugli sviluppi di un corner si coordina per il tiro che Falco che devia in angolo. 1' dopo lungo lancio in verticale di Bennardo che innesca sulla destra Aliaj che sul filo del fuorigioco anticipa l'uscita di Falco e di testa indirizza in porta con palla che sbatte sul palo esterno e ritorna tra le amni del portiere modicano. Scampato il pericolo, il Modica si riorganizza e al 10' passa in vantaggio.

Occhipinti dalla sinistra crossa in area, dove Galfo di testa impegna severamente Caccamo che devia in angolo. Sugli sviluppi del corner battuto da Incardona si accende una mischia in are frigintinese, dove Livia è il più lesto e piazzato sul secondo palo insacca per il boato del “Vincenzo Barone”. Il Frigintini accusa il colpo, ma prova a reagire allo svantaggio, ma la difesa rossoblù (oggi in maglia azzurra non corre più alcun rischio per il resto della frazione. Al 37' punizione dal limite di Incardona che esce fuori di poco alla sinistra di Caccamo.

È questa l'azione che manda le squadre negli spogliatoi con i padroni di casa avanti di misura. Nella ripresa il Frigintini è più manovriero a centrocampo, ma il Modica controlla la partita con relativa tranquillità. Al 26' Aliaj vince un rimpallo entra in area dalla sinistra e lascia partire un rasoterra sul primo palo che Falco in tuffo mette in angolo. Risponde il Modica al 32' con un calcio d'angolo dalla destra di Occhipinti che pesca in area Buscema che stacca bene di testa, ma Caccamo con un intervento da campione in bello stile devia in angolo. Al 37' brivido per i tifosi del Modica. Su una corta respinta della difesa, la sfera arriva a Aliaj che da buona posizione lascia partire un tiro che a portiere battuto si stampa sulla traversa. Al 40' su un traversone dalla sinistra la sfera arriva in area di rigore a Sammito che rimette al centro per l'ex Marco Adamo che manca l'appuntamento con il gol e l'azione sfuma.

Al 42' Galfo spalle alla porta trova lo spazio per girarsi e tirare a botta sicura, ma Caccamo è attento e con i piedi riesce a respingere. Al 43' il Modica rimane in dieci per il doppio giallo rimediato da Sammito. Dopo 6' di recupero l'arbitro decreta la fine con il Modica che festeggia il successo e il sorpasso in classifica nei confronti dei “cugini” della frazione. A fine gara gli ultras del Modica hanno chiamato a raccolta i giocatori delle due squadre per tributare loro il meritato applauso per lo spettacolo offerto e per “rompere” una rivalità sportiva che in passato ha fatto soltanto del male a una città che ha un blasone sportivo che non meritava di essere “macchiato” come successo la scorsa stagione.

A fine gara il commento del tecnico Franco Rappocciolo: “E' stato un derby bello e combattuto da entrambe le squadre – spiega il tecnico dei tigrotti” - il Frigintini ha avuto un maggior palleggio a centrocampo, ma noi abbiamo avuto diverse occasioni per chiudere il match. Avevamo preparato così la gara – continua – anche se ci è mancata un po' di precisione nelle conclusioni, ma devo dire che la squadra ha lottato e tenuto bene il campo. Penso che la vittoria sia meritata, mi dispiace per l'espulsione di Sammito a mio avviso immeritata. Dobbiamo migliorare a centrocampo. Siamo felici di aver regalato il successo al nostro presidente e ai nostri splendidi tifosi che ci hanno regalato una splendida coreografia.

Ci associamo alle parole bellissime di Antonio Sammito a fine gara. Voglio dedicare questa vittoria al nostro presidente – conclude Rappocciolo – ai nostri tifosi e anche alla mia famiglia che mi sopporta e supporta durante tutta la settimana”.