Libri

Angelo Aliquo' torna a Ragusa in veste di scrittore

Sabato 25 novembre

Se ne era andato dalla città, dopo la bella esperienza di Commissario Straordinario dell’Asp, il manager della sanità siciliana Angelo Aliquò, per tornarvi ora in veste di scrittore.

Sabato 25 novembre, infatti, alle 18, presso la libreria Flaccavento (piazza Poste - Ragusa), il direttore dell’IRCCS Bonino-Pulejo di Messina presenterà il suo nuovo romanzo “Eri con me”, la seconda delle tre "storie storte" di Angelo Aliquò, che racconta la nascita di Francesco e Angelo, due gemelli perfettamente identici da non poterli distinguere, cresciuti forti e senza paure con le loro "scarpuzze di pelle di lupo" che tenevano sempre presenti perché simbolo della forza ereditata dagli avi. Avevano solo cinque anni quando, per un'ottusa e becera vendetta, fu progettato il loro rapimento. Solo uno dei due bambini, però, fu preso e poi ucciso. A dialogare con l’autore Gianna Miceli.

Fonte d’ispirazione per Aliquò è stato un fatto di cronaca del 1946, avvenuto a Gratteri, con la scomparsa di un bambino ritrovato morto, chiuso in un sacco nel corso di un torrente, dopo un paio di mesi. E a proposito di Aliquò scrittore “di cose”, dice bene Domenico Pisana, quando afferma “riesce nel suo libro a costruire un percorso narrativo nel quale la “lezione” che deriva dai fatti narrati diventa non l’approdo finale ma l’inizio di nodi problematici e di riflessione per la cultura del nostro tempo”. (daniele distefano)