Cronaca

Omicidio Loris, Villardita riproporrà appello

In aula per conclusione requisitoria

Veronica Panarello non si rassegna e con lei nemmeno il suo legale Francesco Villardita che annuncia la riproposizione dell'atto di appello in Corte di Assise d'Appello.

Ricordiamo che il processo a carico della donna, condannata in primo grado a trent'anni di reclusione per l'uccisione e l'occultamento del cadavere del figlio Loris strangolato il 29 novembre del 2014 nella sua casa di Santa Croce Camerina, tornerà in aula il prossimo 28 novembre. Ancora qualche giorno ed il Pubblico Ministero, Marco Rota ed il Procuratore Generale Maria Aschettino, completeranno la propria requisitoria, perché evidentemente ci sono ancora cose da aggiungere in relazione all'appello finale. Ricordiamo che la Corte d'Assise d'Appello di Catania ha già rigettato la richiesta del difensore della donna, l'avvocato Villardita, di riaprire il dibattimento, sollecitando una nuova perizia psichiatrica ed un confronto tra la donna e il suocero Andrea Stival che la donna accusa di essere l'autore materiale del delitto.

Il 28 novembre è prevista la conclusione della requisitoria e la discussione delle parti civili, poi il processo sarà rinviato per l'arringa della difesa a data da destinarsi. "Aspettiamo di conoscere le motivazioni per le quali il procuratore generale ritiene l'appello infondato e poi andremo a discutere le nostre doglianze ossia il contenuto del motivo d'appello, che abbiamo già proposto con l'atto di appello e riproporremmo alla Corte d'Assise d'Appello per come noi lo abbiamo già impostato, sperando questa volta in migliori risultati" - ha dichiarato l'avvocato Villardita - che è pronto a battere sulla stessa linea del passato: l'esecuzione di una nuova perizia psichiatrica e l'ipotesi che Veronica non sia stata l'unica responsabile di quel terribile delitto.

Naturalmente sarà la Corte a decidere, ma intanto il 29 novembre prossimo si celebra il terzo anniversario della morte del piccolo Loris ucciso tra le mura di casa sua, a soli 8 anni.