Mafia

Vittoria, minacce a Moscato: ancora solidarietà

I consiglieri comunali di Riavvia Vittoria

Dopo il rinvio a giudizio di Francesco Battaglia, accusato di avere rivolto delle minacce al sindaco di Vittoria, Giovanni Moscato, attraverso i social network, dopo che il primo cittadino intervenendo in diretta su Radio 1 aveva illustrato le varie iniziative della sua amministrazione contro le agromafie, anche i consiglieri comunali di "Riavvia Vittoria" esprimono la loro solidarietà al Sindaco.

"Alla luce delle minacce ricevute da un presunto appartenente alla Stidda prontamente denunciate dal primo cittadino, siamo a fianco del sindaco Moscato", sottolinea il capogruppo Daniele Barrano che, insieme a Toti Miccoli, Giuseppe Scuderi, Rosamaria Mazzone e Agata Iaquez invitano tutti cittadini a far sentire il proprio coraggio per mostrare una città stanca del malaffare e della criminalità organizzata e che vuole assolutamente redimersi. Gli esponenti di "Riavvia Vittoria" evidenziano anche come il rinvio a giudizio di Battaglia. che aveva anche asserito provocatoriamente che la mafia non esiste, testimoni quanto la giustizia voglia proseguire in un percorso di garanzia a difesa della città e dei cittadini onesti. "Per questo, trasparenza e legalità - concludono Barrano, Miccoli, Scuderi, Mazzone e Iaquez - dovranno sempre essere alla base di chi gestisce la cosa pubblica".