Salute

Gravidanza, alcol durante concepimento: rischio obesita' nascituro

Lo studio australiano

Consumare alcool durante la gravidanza è sconsigliato a tutte le donne in gravidanza. E’ ciò che da anni viene confermato da diversi studi scientifici ma uno recente suggerisce che bere può essere rischioso già al tempo del concepimento.

A sostenerlo è una ricerca condotta dall'Università del Queensland. I ricercatori spiegano che le donne che bevono l'equivalente di quattro bicchieri di vino al giorno attorno prima e dopo la fecondazione hanno una maggiore probabilità di mettere al mondo un figlio maschio a più alto rischio di obesità. Lo studio condotto su ratti da Emily Dorey della Scuola di Scienze Biomediche dell'ateneo, indica che l'esposizione all'alcool causa una preferenza sostenuta per il cibo grasso nella prole maschile, anche se sembra non avere lo stesso effetto sulle femmine.

Ai ratti coinvolti nello studio è stato somministrato l'equivalente del consumo umano di quattro bicchieri di vino al giorno, da quattro giorni prima dell'accoppiamento a quattro giorni dopo. Nella ricerca si è visto che l'alcool ha effetto sulla placenta prima del parto, causando scelte differenti di dieta nella prole, aggiunge. Lo studio indica inoltre che la prole sia maschile che femminile, se esposta all'alcool al concepimento, ha un più alto rischio di degenerazione grassa del fegato. La ricerca è significativa, osserva la studiosa, perché è una pratica comune bere attorno al tempo del concepimento o quando si tenta di restare incinta.