Polizia di Stato

Modica, minorenne arrestato per spaccio

Sequestrati marijuana e denaro

La lotta contro gli spacciatori di sostanze stupefacenti nel comune di Modica portata avanti dalla Polizia di Stato, nella giornata di ieri ha portato all’arresto di un minorenne modicano, di anni 17, responsabile di detenzione di stupefacente ai fini di spaccio.

L’attività di spaccio svolta dal giovane pusher non è sfuggita all’attenzione agli uomini del Commissariato di Modica che già da qualche tempo ne monitoravano il comportamento, le frequentazioni e gli spostamenti. L’attività investigativa svolta dagli uomini del Commissariato si è conclusa positivamente nella giornata di ieri con l’arresto dello spacciatore che veniva bloccato dagli agenti nella zona del polo commerciale del quartiere Sorda, in compagnia di altri minorenni incensurati. Sottoposto a perquisizione personale il giovane veniva trovato in possesso di 5 grammi di marijuana, già confezionata in singole dosi e nascosta all’interno degli slip che indossava, oltre alla somma di 45 euro verosimilmente l’incasso della vendita dello stupefacente avvenuta prima.

La perquisizione estesa all’abitazione del minorenne ha consentito agli uomini del Commissariato di rinvenire altre 20 dosi di marijuana, già suddivise e confezionate singolarmente, un pezzo di stupefacente ancora da suddividere in dosi, per un peso complessivo di circa 40 grammi oltre a materiale per il confezionamento. Sia la droga che il denaro venivano posti in sequestro. L’evidenza dei fatti e le prove inconfutabili acquisite a carico del giovane ne confermavano le sue responsabilità penali e per tale motivo veniva tratto in arresto in flagranza per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica per i minorenni di Catania, il giovane è condotto presso il Centro di Prima Accoglienza di Catania mentre gli giovani con cui lo stesso si accompagnava, tutti incensurati, venivano affidati ai genitori che venivano invitati a vigilare sulla loro condotta al fine di evitare frequentazioni di ambienti e/o soggetti legati alla tossicodipendenza.

L’arresto operato dalla Polizia di Stato ha evitato l’immissione nel mercato degli assuntori oltre cento dosi di marijuana che avrebbero fruttato al giovane spacciatore un ingente illecito guadagno. L’attività di contrasto portata avanti dalla Polizia di Stato per tutte le tipologie di reati e per quelli legati allo spaccio di stupefacenti continua senza tregua, con costanti servizi di controllo del territorio a tutela della collettività con particolare riguardo alla fascia giovanile più vulnerabile ad avvicinarsi all’uso di sostanze stupefacenti.