Concorso

Artisti ragusani al Premio Musica contro le mafie

Con la Canzone Libera

Ci sono anche degli artisti ragusani in gara per il concorso nazionale "Premio Musica contro le mafie" giunto alla sua ottava edizione.

La canzone proposta si intitola "Canzone libera" ed è stata scritta dal chiaramontano Vittorio Avveduto, a cantarla sono in cinque, tutti giovani della Sicilia sud-orientale. Il concorso premia e sostiene la musica socialmente impegnata e intende valorizzare il lavoro degli artisti, intervenendo concretamente a sostegno delle attività di produzione e promozione musicale. Al vincitore dell'ottava edizione del Premio Musica contro le mafie, saranno assegnati quindicimila euro del Premio Winner Tour, destinati all'organizzazione di un tour di concerti.

Il brano proposto dai giovani cantanti iblei è un inedito nato come inno che canta la storia ed i valori di Libera e della vera antimafia. Al centro c'è il tema della terra, madre che genera e che nutre, spesso martoriata e imbruttita. Una terra che ha dato i natali a tanta gente che si è spesa per il bene comune, una terra che oggi attende un riscatto che si possa tradurre in solidarietà e giustizia. Il canto si divide in tre strofe ed un ritornello molto orecchiabile. Al centro si inserisce una parte parlata-reppata il cui interprete è Cristiano Vaselli di origini toscane ma residente da qualche anno a Portopalo.

Gli altri interpreti sono: Marta Celeste di Marzameni, Jessica Lupo di Portopalo, Giuseppe Mavilla di Pozzallo e Melo Guerrieri di Canicattini Bagni. Per votare la "Canzone libera" questo è il link: https://premium.easypromosapp.com/voteme/813742/628124947?lc=ita&ep1=fb.