Benessere

Dieta della carota: 8 chili in 14 giorni

Menù da 1000 calorie

La dieta della carota se seguita in maniera rigida permette di dimagrire fino a 8 chili in 14 giorni. E’ una dieta ricca di vitamine A, C ed E e prevede un menù di 1000 calorie.

Trattandosi di un’alimentazione molto restrittiva è consigliabile consultare il proprio medico curante o uno specialista prima di cominciarla. Una raccomandazione che facciamo sempre in tutte le diete pubblicate sul nostro sito. E’ ovvio che la carota è la protagonista e può essere consumata cruda o cotta e associata a qualunque altro alimento. E’ molto ricca di fibre e di acqua, aiuta a riparare la pelle maltrattata da agenti atmosferici (sole, vento, inquinamento), preparandola al tempo stesso ad esporsi senza rischio ai raggi solari.

Ma vediamo il menù tipo per una settimana. Lunedì: Colazione: un bicchiere di latte scremato, una fetta di pane tostato integrale con un cucchiaino di marmellata dietetica. Metà mattina: un succo di carota e due biscotti integrali. Pranzo: insalata di lattuga, pomodoro, carota grattata e mais, condita con poco olio, limone e poco sale. una bevanda senza zucchero e senza caffeina. Cena: passato di verdure con lattuga, sedano, porro, carota, bieta e fagiolini, un goccio d'olio e un pizzico di sale. Un uovo in tegame o a frittata.

Martedì: Colazione: un bicchiere di latte scremato con cereali integrali (aiutano a combattere la stipsi). Metà mattina: un infuso, due carote crude pulite e una fetta biscottata integrale. Pranzo: crema di carote, due lombatine alla piastra, una mela cotta ( puoi prepararla anche al microonde in tre minuti). Merenda: un succo di pomodoro e due biscotti integrali. Cena: cavolfiore bollito, condito con succo di limone e un po' di olio d'oliva. Una gallinella di mare o una sogliola alla piastra, condite con erbe aromatiche come il ginepro e il dragoncello. Dessert: uno yogurt magro senza zucchero.

Mercoledì: Colazione: latte scremato con muesli alla frutta. Metà mattina: succo di carota, una fetta di pane tostato e un formaggino magro. Pranzo: riso bianco (una tazza dopo la cottura), con contorno di carote bollite tagliate a fettine. Una fetta di pesce spada alla piastra. Uno yogurt magro. Merenda: una mela e due biscotti integrali. Cena: insalata di indivia, carote grattate e crescione, condita con limone, un goccio d'olio e un pizzico di sale. Formaggio fresco con un cucchiaio di miele. Giovedì: Colazione: latte scremato, due fette di pane tostato integrale con un po' di miele. Metà mattina: un bicchiere di succo di pomodoro e due carote crude. Pranzo: purè di patate e carote. Un hamburger di carne magra alla piastra; insalata di lattuga. Uno yogurt magro. Merenda: un infuso e una fetta di pane integrale. Cena: verdure miste (bieta, carote e broccoli) in padella o al forno. Rifreddo dì petto di tacchino (due fette). Una mela.

Venerdì: Colazione: insalata di frutta con uno yogurt magro e due cucchiai di cereali integrali o muesli. Metà mattina: succo di carote e due formaggini magri. Pranzo: lenticchie stufate con carote, sedano, porro e cipolla. Due fette di carne arrosto (roastbeef, filetto). Un infuso. Merenda: un succo di pomodoro e carote con un biscotto integrale. Cena: merluzzo al vapore con carote grattate e una patata bollita. Formaggio fresco. Sabato: colazione: un infuso e un succo di carote. Pranzo: riso con verdure. Pesce alla griglia. Infuso. Merenda: bevanda fresca senza zucchero e senza caffeina. Cena: crudità di sedano, rape e carote con formaggio magro. Carne alla piastra. Infuso.

Domenica: colazione: un infuso e un succo di carota. Pranzo: verdure alla piastra: melanzane, carote, funghi, peperoni e pomodori. Riso bianco. Macedonia di frutta. Merenda: una bevanda fresca senza caffeina e senza zucchero. Cena: un succo di carota. Formaggio fresco con insalata di pomodori. La carota è una vera e propria miniera di minerali: ferro, calcio, magnesio, rame, zinco. E’ ricca di vitamina A (carotenoidi), vitamina B e C e tra tutti i vegetali rappresenta la fonte più ricca di beta-carotene, trasformato in vitamina A dall'organismo in caso di bisogno. Basti pensare, infatti, che 200-300 grammi di carote apportano una quantità di beta-carotene pari a circa 5-10 volte il fabbisogno giornaliero raccomandato (20-25 mg a fronte di un fabbisogno stimato in 2-4 mg/die).