Sicilia

Ragusa dopo Regionali pensa ad Amministrative 2018

Ma già si guarda alle prossime scadenze elettorali

Inevitabilmente, fioccano ancora commenti sull’esito delle elezioni regionali ma già si comincia ad intravvedere che lo sguardo lungo dei commentatori è rivolto alle prossime scadenze elettorali del 2018, non solo le politiche ma soprattutto le amministrative che vedranno il rinnovo di sindaco ed amministrazione a Ragusa ma anche, quasi certamente, il ritorno al voto per l’ex Provincia Regionale dopo l’inconcludente pateracchio che le aveva visto prima commissariate poi abolite poi riesumate per scadenza termini.

Riportiamo innanzitutto il commento della senatrice democratica Venerina Padua, che non nasconde “per il Pd una sconfitta a livello regionale anche se in provincia di Ragusa continua ad esserci una base solida”. E se per la Padua è ”incontrovertibile che le elezioni non sono andate bene per il Pd e per il suo candidato presidente, Fabrizio Micari occorre però soffermarsi anche su altri aspetti, quali il forte astensionismo che dimostra la disaffezione dei cittadini verso la politica” La senatrice sciclitana si sofferma poi sui risultati ottenuti dai democratici in provincia di Ragusa “il 16,4% dei voti (17.660 preferenze accordate alla lista) sono, a livello circoscrizionale un buon risultato se comparato con quelli storici della nostra provincia: è la stessa percentuale ottenuta nel 2012, quando però i voti raccolti furono 15.846.

Questo è sintomatico del fatto che il Partito Democratico, nella provincia di Ragusa, ha tenuto. Il risultato del 2017 è anche migliore, a livello di lista, di quello del 2008, quando il Pd ottenne 17.055 preferenze. Insomma, una base solida, nella nostra provincia, c’è”. Di rigore, poi l’augurio di Venerina Padua “ al nostro rappresentante rieletto all’Ars, Nello Dipasquale, nella consapevolezza che ognuno debba fare la propria parte per risollevare le sorti di una competizione che, allo stato dei fatti, è risultata piuttosto negativa”.

Anche il laboratorio politico 2.0 interviene rivendicando che “tra i primi, abbiamo deciso di sostenerlo (Musumeci) in questa sfida perché sapevamo che questa volta i siciliani non si sarebbero lasciati scappare l’occasione di essere governati da una persona onesta e competente come l’on. Nello Musumeci”: All’unisono la consigliera comunale ragusana Sonia Migliore, portavoce del laboratorio ed il direttivo sottolineano poi che “la grande coalizione che si è stretta intorno alla candidatura di Musumeci ci ha dimostrato che uniti si vince.

Un messaggio da consegnare direttamente, non solo ai referenti nazionali dei partiti maggiori, ma anche alle variegate anime della politica cittadina e provinciale, in considerazione del fatto che dopo le politiche si terranno le amministrative a Ragusa e, con molta probabilità, si tornerà alle urne anche per eleggere il presidente della Provincia”. Poi dal laboratorio 2.0 la considerazione che “al futuro bisogna guardare con programmazione e ottimismo soprattutto per le amministrative nella città di Ragusa, che è una città che non ha nulla da invidiare rispetto a molte realtà del Nord, ma il suo processo di crescita si è arrestato cinque anni fa e ha bisogno di ripartire”.

E per concludere l’augurio “ai quattro deputati Iblei, ai quali rivolgiamo l’appello, senza distinzioni di colore politico, perché si spendano per la ricrescita della provincia ragusana che tanto, troppo, ha perso con il Governo Crocetta”. Da parte sua il movimento Territorio (presidente Ettore Costa, segretario Michele Tasca e vice segretario e portavoce Emanuele Distefano) “esprime le proprie congratulazioni al rieletto deputato regionale Nello Dipasquale di cui si elogia “l’ottimo risultato ottenuto alle recenti elezioni che lo vedranno presente all’Assemblea regionale siciliana anche per la prossima legislatura”.

L’associazione politico culturale si dice “certa che il lavoro portato avanti, nei cinque anni precedenti, dall’on. Dipasquale nei settori nevralgici della realtà ragusana continuerà anche nella prossima legislatura con lo stesso impegno e la stessa determinazione oltre che lo stesso entusiasmo di prima. Nei prossimi giorni Territorio riunirà il proprio direttivo per l’analisi politica del voto regionale e imposterà il lavoro programmatico per le imminenti elezioni politiche e per le amministrative di primavera nella città di Ragusa”. (da.di.)