Polizia di Stato

Pozzallo, controlli locali pubblici: sanzioni e denuce

Chiuso locale su arenile

L’attività di prevenzione e repressione svolta dalla Polizia di Stato ha interessato negli ultimi mesi non solo il comune di Modica ma anche i comuni limitrofi compresi quelli dislocati lungo la fascia costiera.

Tra questi il Commissariato di Modica ha posto l’attenzione al comune di Pozzallo, sulla base delle direttive del Questore di Ragusa Salvatore La Rosa, intensificando le attività di prevenzione dei reati in genere, con particolare riguardo a quelli predatori, a quelli connessi all’immissione nel mercato di sostanze stupefacenti e soprattutto alla individuazione di soggetti extracomunitari non in regola con la presenza sul territorio nazionale. Nel corso dei servizi le pattuglie della Polizia di Stato hanno battuto a tappeto diverse zone del comune sopra indicato anche per prevenire qualsiasi azione di disturbo alla quiete pubblica, consentendo agli abitanti ed ai villeggianti di trascorrere serenamente le loro giornate.

Per assicurare ciò, numerosi sono stati i servizi di controllo ai locali pubblici e nei luoghi di ritrovo dei giovani come bar e pub, dove sono stati identificati numerosi avventori. Nell’ambito dei controlli amministrativi alcuni locali sono stati controllati al fine di verificare il rispetto della normativa in tema di emissioni sonore, di possesso di licenza di P.S., di rispetto dell’orario di chiusura e di agibilità del locale stesso a tutela degli avventori. All’esito dei controlli i titolari di taluni esercizi pubblici sono stati sanzionati amministrativamente, altri denunciati all’Autorità giudiziaria per aver organizzato abusivamente serate danzanti senza licenza del Questore, violando anche il limite della capienza valutata e stabilita dalla competente commissione comunale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo.

Per quest’ultima inosservanza nei primi giorni di ottobre scorso il Questore di Ragusa ha decretato la chiusura, per un periodo di sette giorni, di una struttura sita sull’arenile di Pozzallo, il cui titolare in occasione di una serata danzante aveva consentito l’ingresso al locale ad un numero di persone notevolmente superiore a quello previsto dalla commissione comunale, mettendo così a repentaglio la sicurezza e l’incolumità degli avventori. L’attività di prevenzione e controllo svolta dalla Polizia di Stato ha interessato il comune di Pozzallo per tutta la stagione estiva, continuando ininterrottamente fino ad oggi. Risale, infatti, a ieri l’ultimo servizio di controllo straordinario del territorio svolto dagli uomini del Commissariato di Modica nel corso del quale gli equipaggi del Commissariato di Modica hanno controllato persone e mezzi ed elevato contravvenzioni al codice della strada.

I numerosi servizi svolti dalla Polizia di Stato di Modica hanno portato ad elevati risultati in termini di persone e mezzi identificati, di perquisizioni personali e domiciliari eseguite presso le abitazioni di soggetti pregiudicati, di controlli a soggetti sottoposti a misure di sicurezza e di contravvenzioni al codice della strada. Non ultima si ricorda il rinvenimento della numerosa refurtiva rinvenuta e che ha portato alla denuncia di un pozzallese per ricettazione. Nell’attività di controllo del territorio prezioso è stato l’utilizzo dell’innovativo Sistema Mercurio di cui sono dotate le auto della Polizia, attraverso cui è stato possibile controllare le autovetture anche in movimento, per la ricerca di veicoli rubati in tutto il territorio nazionale.