Benessere

Dieta della mela per dimagrire 4 chili in 2 settimane

Disintossica e purifica

La dieta della mela permette di dimagrire di oltre 4 chili in 14 giorni. Si tratta di una dieta di origine cinese che oltre a far perdere peso disintossica e purifica l’organismo. La mela è un frutto eccellente in quanto apporta fibre, vitamine e pochissime calorie.

Sono tanti i benefici che la mela apporta all’organismo umano e secondo la medicina cinese riducono il "calore" e hanno un effetto rinfrescante per i polmoni. E’ un frutto che ormai si trova tutto l’anno nei supermercati, apporta poca energia (50 calorie per 100 g) e contiene una grande quantità di fruttosio, una varietà di zucchero semplice che si metabolizza lentamente, aiutando a mantenere il livello di glucosio nel sangue e affievolendo l'appetito. Ma vediamo il menù della dieta della mela: Lunedì: Colazione: 1 frullato di mela, carota, banana e latte scremato. 2 fette di pane tostato integrale; Pranzo: 100 g di vitella magra alla griglia con soia. Un bicchiere di succo di mela verde con la buccia; Cena: Frullato di mela, carota, banana e latte scremato e 50 g di latte di soia. Martedì: Colazione: 1 frullato di mela, carota, banana e latte scremato. 1 fetta di pane integrale; Pranzo: 1 pomodoro naturale. Riso con verdure (spinaci, zucchine o zucca). Una mela cotta; Cena: Verdure alla griglia. 100 g di pollo lesso senza pelle. 30 g di pane integrale. Mercoledì: Colazione: 1 frullato di mela, carota, banana e latte scremato. 1 fetta di pane integrate con miele; Pranzo: 250 g di merluzzo cotto. 250 g di cavolfiori cotti con poco olio. 75 g di pane bianco; Cena: spinaci al vapore con zenzero. 75 g di pesce bianco lesso. Frullato di mela, carota, banana e latte scremato. Giovedì: Colazione: 1 frullato di mela, carota, banana e latte scremato. 35 g di for­maggio fresco; Pranzo: 120 g di sogliola alla griglia. Un peperone lesso. Un succo di arancia; Cena: frullato di mela, carota, banana e latte scremato. 200 g di merluzzo gratina­to con pomodori e olio. 1 mela cotta.

Venerdì: Colazione: Frullato di mela, carota, banana e latte scremato. 20 g di formaggio. 1 fetta di pane integrale; Pranzo: 250 g di merluzzo cotto. 250 g di cavolfiore cotto con un goccio di olio, 1 fetta di formaggio con miele; Cena: 100 g di vitella magra alla griglia. 150 g di pomodori crudi. 30 g di pane bianco. 150 g di riso con latte. Sabato: Colazione: 1 frullato di mela, carota, banana e latte scremato e uno yogurt magro; Pranzo: 25 g di pomodori crudi. 200 g di verdure al vapore. 150 g di pollo senza pelle alla griglia. 30 g di pane. Una pera; Cena: 100 g di petto di tacchino. Riso con verdure. Un bicchiere di succo di qualsiasi frutto. Domenica: Colazione: 1 frullato di mela, carota, banana e latte scremato; Pranzo: uno yogurt magro. 150 g di riso con salsa agrodolce. 150 g di peperone lesso. Un'arancia. Un té verde; Cena: un bicchiere grande di succo con latte scremato. 200 g di merluzzo. Una mela. Lunedì: Colazione: 1 frullato di mela, carota, banana e latte scremato. 1 fetta di pane integrale; Pranzo: una melanzana farcita con verdure al forno. 1 filetto di pollo alla griglia. 1 peperone lesso; Cena: insalata di lattuga e pomodori. Germogli di soia in padella con funghi champignon.

Martedì: Colazione: 1 frullato di mela, carota, banana e latte scremato. Uno yogurt scremato; Pranzo: insalata di avocado, riso integrale cotto con merluzzo e cipolla; Cena: spinaci gratinati con formaggio, un petto di pollo senza pelle alla griglia, una mela cotta. Mercoledì: Colazione: 1 frullato di mela, carota, banana e latte scremato. 30 g di formaggio fresco; Pranzo: minestra di ceci con verdure, 3 calzoni di verdura (possono essere spinaci) cotti al forno; Cena: insalata con frutta secca. Pesce lesso. Giovedì: Colazione: 1 frullato di mela, carota, banana e latte. 1 fetta di pane. 1 tazza di té verde senza zucchero; Pranzo: Fagiolini con prosciutto, una crèpe, una macedonia naturale di frutta; Cena: insalata mista. Tonno con salsa di pomodori. Una mela cotta. Venerdì: Colazione: 1 frullato di mela, carota, banana e latte scremato. 30 g di formaggio fresco; Pranzo: crema di spinaci, broccoli o zucchine. Lasagna con besciamella ligth. Macedonia di frutta naturale senza zucchero. Cena: pesce al forno. Riso bianco. Una mela cotta.

Sabato: Colazione: 1 frullato di mela, carota, banana e latte scremato. Uno yogurt scremato; Pranzo: verdure miste al vapore. Polpa di granchio oppure surimi. Macedonia di frutta. Cena: 1 petto di pollo senza pelle alla griglia. Riso alle tre delizie. Domenica: colazione: 1 frullato di mela, carota, banana e latte scremato. Una fetta di pane integrale; Pranzo: 2 filetti di sogliola alla griglia. Insalata di lenticchie; Cena: 1 petto di tacchino senza pelle alla griglia. Un peperone e una patata lessi. La mela è molto salutare poiché la pectina (una fibra solubile contenuta nel frutto) la rende un magnifico disinfettante e disintossicante, effetto che in una dieta fa ottenere salute ed equilibrio. Come per tutte le diete raccomandiamo di consultare il proprio medico curante o uno specialista prima di iniziare un'alimentazione dietetica.

La mela, dal latino malum, è il falso frutto del melo. Il melo ha origine in Asia centrale e l'evoluzione dei meli botanici risalirebbe al Neolitico. La specie è presente in Italia nominalmente con circa 2000 varietà, ma la definizione più precisa è difficile data la sovrapposizione storica delle denominazioni, e le specie estinte o irreperibili. Il termine "mela" deriva dal latino melum, o malum, e, a sua volta, dal greco antico mêlon; la radice del termine potrebbe ricongiungersi all'indoeuropeo Mal- dal significato di "essere molle", "dolce" e avere così un legame con "malva" e "miele" non fanno maturare gli altri frutti. La mela ha un potere antiossidante (ORAC) con un indice di valore 4275 poiché contiene vitamine importanti come provitamina A, vitamine B1, B2, B6, E e C, acido citrico, acido malico, niacina e acido folico, insieme a flavonoidi e carotenoidi, dall'effetto antiossidante.

Le mele sono destinate prevalentemente al consumo casalingo, per quello immediato ma anche in cucina per la preparazione di primi, secondi e diversi dolci. Inoltre si presta anche ad essere utilizzata per preparare in casa maschere di bellezza. La mela è da sempre alleata della bellezza: ha un apporto calorico piuttosto basso e, grazie alla pectina, aiuta ad eliminare dal corpo le sostanze tossiche. Altre destinazioni per le mele in industria sono: produzione di succhi, sidro, olio di semi di mela (molto utilizzato nei paesi del nord Europa ed ottenuto come sottoprodotto dalla produzione del succo e del sidro), creme, fette di mela essiccate, produzione di alcol da distillazione da fermentati.

Gli obiettivi del miglioramento genetico riguardano l'ottenimento di piante resistenti agli insetti, in particolare ai rodilegno, difficilmente contrastabili, al colpo di fuoco batterico, alla ticchiolatura, oidio e afidi. Si punta anche all'ottenimento, per le varietà commerciali più note, di cloni autofertili.